Brutto risveglio per l’Hockey Club Pistoia che passa dalla realizzazione del sogno di un proprio campo da hockey ad un pesante k.o. nella prima di campionato a Genova contro il Superba, per 5-1.
Il risultato la dice tutta sulla gara, tuttavia gli arancioni avevano iniziato l’incontro, come è nella loro natura, all’attacco, ed avevano creato due buonissime occasioni mettendo paura ai padroni di casa. I liguri comunque, si difendevano con ordine riuscendo a passare in vantaggio; come negli scorsi campionati gli incontri con i genovesi sono sempre stati molto equilibrati, ed anche questo non sembrava essere diverso. Pistoia era comunque in gara.
Con il passare dei minuti aumentavano però le difficoltà per gli arancioni che apparivano più fermi sulle gambe, imballati, e quindi meno performanti rispetto al Superba. Il crollo vero e proprio è avvenuto nel terzo quarto della gara quando Pistoia, dopo aver subito il 3-1 a causa di una sfortunata autorete, ha messo in evidenza i suoi attuali limiti atletici. Il Superba era padrone del campo e quindi è riuscito ad aumentare il proprio vantaggio portando il finale sul 5-1.
“Non dobbiamo perdere fiducia in noi” afferma il presidente Fedi Riccardo. “I ritardi sui lavori del nostro nuovo campo e la conseguente possibilità di avere una sola settimana di allenamenti su di esso, ha un po’ ritardato la preparazione e, come nelle gare di coppa Italia, stiamo pagando dazio rispetto alle altre squadre; infatti finché teniamo atleticamente giochiamo alla pari con tutti, poi iniziano le difficoltà. Dico, però, ai ragazzi che avere un campo proprio su cui allenarsi sarà un’ottima opportunità per il futuro ma sarà di importanza fondamentale continuare a sudare e lavorare sodo, perché solo così potremo evitare di ripetere prestazioni come quella di Genova.”
Sabato abbiamo una difficile trasferta a Cagliari contro un Cus in salute e vittorioso all’esordio, ma sono certo che già dalla prossima gara sapremo reagire.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.