Un successo alla fine meritato, una vittoria di gruppo, in cui tutti sono stati fondamentali. La scommessa vinta dalla società che ha puntato tutto sul rientro dell’ex Filippo Treno che si racconta.

“Erano 6 anni che stavo lontano dalla mia città, anni fondamentali per la mia cariera sportiva da allenatore. Andai via da Pistoia con polemica, ma in questi anni evidentemente qualcosa è cambiato e ci siamo riavvicinati con un progetto che parlava chiaro: promozione in Serie A indoor. Poi però è sopraggiunto lo scoglio Roma e alcuni si sono un pò arenati, ma io ho sempre guadato avanti. Poteva essere solo stimolante confrontarsi con giocatori di quel calibro e non obbligava i giovani pistoiesi a vincere per il notevole divario tecnico con i capitolini. Tanti allenamenti e molta fatica che alla fine è stata ripagata. Dal punto di vista personale è stato piacevole tanta fiducia nei miei confronti, il recupero di ex giocatori pistoiesi che avevano mollato, come Simone Mascia, Antonio Musto, Cristian Cerofolini, Alessio Schiavelli, il rientro dal Bologna di Alessio Masi, tutti disponibili e sempre presenti, insieme allo zoccolo duro pistoiese: Maurizio Salvi, Riccardo Fedi, Leonardo Maffei, i giovani Matteo Bartolini, Marco Vivarelli e lo storico capitano Massimo Beneforti che ha dovuto fare doppie fatiche per recuperare dall’operazione dell’ernia inguinale a novembre. Poi gli innesti di Luca Angius, amsicorino, desideroso di giocare indoor, Andrea Bonazzi che dalla carriera onorevole al Cus Bologna decide di vestire arancione e Josè Guerra che rinuncia alla Serie A con il Cus Bologna e alla Coppa Campioni per seguirmi a Pistoia. Incredibile perchè si è creato un gruppo affiatato e fantastico e non mi stancherò di ripetere che è stato un successo di squadra, dirigenza compresa e di tutti quei ragazzi della seconda formazione sempre disponibili a disputare amichevoli. Adesso godetevi il momento di gioia, con la consapevolezza che la Serie A è un altro sport, dove sarà necessario incominciare da subito la progettazione del campionato prossimo tra le 8 grandi della prima divisione indoor.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *