I giovani Under 16 maschile arancioni offrono una ottima prestazione nell’Hockey Junior Challenge organizzata dal Cus Bologna, Campione d’Italia di Hockey Indoor, come manifestazione di contorno alla finale Coppa dei Campioni poule B alla quale partecipavano oltre ai bolognesi in rappresentanza dell’Italia, formazioni irlandesi, ungheresi, croate, bielorusse. L’Hockey Junior Challenge prevedeva la partecipazioni di formazioni Under 12, Under 14 e Under 16 alla quale sono stati inscritti i pistoiesi; è stata una due giorni molto intensa con campi pieni di ragazzi e ragazze provenienti da regioni del Centro e Nord Italia, i quali oltre a gareggiare tra loro hanno potuto socializzare ed assistere alle tiratissime gare delle squadre senior per la conquista dei posti nell’olimpo dell’hockey europeo. I tecnici arancioni, attraverso queste manifestazioni giovanili, stanno cercando di far acquisire esperienze al gruppo; questo anche a costo di risultati numericamente negativi, pur di far crescere questi atleti che sembrano rispondere bene visto che hanno conquistato il secondo posto battuti solo dai ragazzi del Bologna padrone di casa. Nella due giorni l’Hockey Club Pistoia ha iniziato il suo bel percorso battendo Reggio Emilia ed pareggiando in incontro appassionante contro il Cus Pisa con qualche recriminazione per le occasioni avute, anche se c’è stato lavoro per l’estremo arancione che si è ben comportato. Nella domenica una vittoria di misura sui veneti del Grantorto ed ancora un pareggio contro il Mogliano squadra arcigna dove forse si poteva far di più, ma i tecnici hanno optato per un turnover che permettesse a tutti, anche ai meno esperti di giocare, indipendentemente dai risultati. Si è giunti all’incontro finale con il Bologna nel quale gli arancioni hanno messo in difficoltà grossa i padroni di casa, che hanno potuto contare sull’apporto di due “ospiti”, un forte atleta croato ed abile giocatore irlandese, venuti al seguito delle formazioni maggiori, che in pratica hanno fatto la differenza. Anche se gli arancioni non hanno saputo sfruttare le occasioni avute, l’’incontro si è svolto in un sostanziale equilibrio per buona parte, rotto dal vantaggio emiliano al quale i nostri hanno saputo reagire con il pareggio. Poi qualche indecisione in difesa e disimpegni un po’ lenti hanno permesso al Bologna di segnare il vantaggio e nel finale di colpire ancora in contropiede quando gli arancioni tentavano di pareggiare ancora. Il rammarico dei ragazzi è stato mitigato dal fatto di essere stati premiati accanto a campioni provenienti dall’Europa e cio’ ha dato un ampio respiro all’esperienza vissuta dove, tutti hanno comunque festeggiato insieme indipendentemente dalla posizione in classifica. Adesso per questo gruppo ci sarà una momentanea divisione: i più grandi confluiranno negli Under 21, inseriti in proibitivo girone con le squadre romane, i più giovani saranno presto impegnati nella seconda parte del campionato nazionale Under 14, girone tosco ligure, dove hanno ancora la possibilità di lottare per la qualificazione alla fase successiva.

Articolo di Roberto Natali

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *