Si puo’ dire che … giocando a hockey non si invecchia!! Deve essere il motto che ha spinto un gruppo di giocatori “più adulti”, diremmo,  tesserati per l’Hockey Club Pistoia a costituire un gruppo di over 40 e partecipare con ottimi risultati al torneo “ Fortiefh’s Cup” organizza dal Cus Pisa nel bel complesso sportivo degli universitari. Motore di questa costituzione è stato Maurizio Salvi, un vero e proprio “highlander”: lo ricordiamo giovanissimo nei primi anni ‘80 già talentuoso atleta nelle file dell’Hockey Club Firenze e successivamente pedina importante nelle file arancioni quando la società fiorentina si sciolse, dove gioca ancora ed ha fatto parte anche della squadra che ha conquistato una fantastica promozione in serie A di hockey indoor, Salvi ha chiamato intorno a sé alcuni i tesserati “storici”  Bambini Stefano, i fratelli Malvaso Maurizio e David nonché il presidente Loreti aggiungendo altri che pur non essendo giocatori attivi, trasformati in dirigenti o collaboratori, si comunque mantenuti in forma rimanendo in contatto con la società. Il torneo si è disputato il 6 e 7 marzo scorso con un leale confronto sul campo ma tutti insieme nei momenti di pausa od al pasto serale per  raccontarsi le proprie esperienze sportive o socializzare. Il gruppo pistoiese ha subito fatto vedere di avere buone qualità superando senza problemi le partite di qualificazione del sabato conquistando la possibilità di giocare la domenica la poule dal 4^ al 1^ posto. Proprio come dicevamo nella serata ci sono stati inviti alla rappresentativa arancione di partecipare ad una competizione a fine maggio sul Lago di Garda e nell’estate due tornei all’estero: il primo in Austria ed il secondo in Germania nel mese di Settembre. Nella mattinata del 7 marzo l’incontro di semifinale contro Hockey Rovigo: i veneti si sono battuti bene cedendo solo nella fase finale dell’incontro ai pistoiesi. Nella finale i fortissimi atleti dell’HT Bologna, in quanto buona parte di questi spesso sono chiamati a far parte dell’organico della formazione senior che milita in Serie A. Questa qualità è venuta fuori durante l’incontro quando l’Hockey Club Pistoia pur in vantaggio di un paio di reti ha subito la rimonta degli emiliani grazie proprio all’esperienza di questi atleti ancora in “servizio attivo”; comunque un ottimo secondo posto considerato che il gruppo non si era prefisso alcun obbiettivo ma da questa esperienza potrebbe nascere un ulteriore modo di giocare e che, non ci stancheremo mai di ripeterlo, se Pistoia avesse un impianto sportivo con caratteristiche e misure appropriate potrebbe essere un ottimo veicolo di pubblicità per la nostra bella città in quanto nel mondo dell’Hockey su prato esiste un vero e proprio circuito di società italiane ma, soprattutto straniere di atleti over 40 che si muovono spinti dalla voglia di giocare e conoscere luoghi e persone. E’ un vero peccato che i nostri rappresentanti e Pistoia stessa non possano approfittare di queste possibilità,  ma la città non ha un impianti adatti, però i dirigenti dell’Hockey Club Pistoia hanno dimostrato che la passione fa fare cose impensate, chissa…

Articolo di Roberto Natali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *