Finalmente si gioca! Dopo la pausa invernale ed un inaspettato rinvio della gara casalinga del 21 marzo contro l’Hockey Club Genova richiesto dai liguri, il campionato riprende con l’obbiettivo di avvicinarsi alla capolista Cus Pisa B che veleggia al primo posto avendo anche disputato tutti gli incontri mentre i pistoiesi devono ancora farne alcuni. Sabato di fronte agli arancioni il Cus Pisa A, formazione insidiosa ma che in passato i nostri sono sempre riusciti a battere. Il rischio maggiore per i nostri, lo si è visto in gara anche ieri: è la mancanza di continuità nelle gare per cui i giovani dell’Hockey Club Pistoia faticano ad entrare in partita a volte con effetti deleteri. L’incontro infatti non si è aperto bene per i nostri colori: i pisani sono partiti a razzo ed approfittando di questa costante hanno colpito praticamente quasi subito con l’atleta migliore prima che i difensori riuscissero a prendere le misure; i pistoiesi hanno impiegato un buon quarto d’ora per riprendersi quando hanno preso possesso del centrocampo ed iniziato a pressare il Pisa, grazie a questa azione hanno conquistato il corner corto grazie al quale Tolve ha pareggiato i conti; da adesso in avanti gli arancioni prendono in mano la gara con i gialloblu’ costantemente sulla difensiva. Nel secondo tempo è tutt’altra gara: subito in apertura ancora Tolve in contropiede realizza il vantaggio: è un brutto colpo per il morale dei padroni di casa che subiscono gol a raffica. Rete dell’esordiente Biondi con un “tapin” su passaggio di Vaiani, poi Giordano ancora su cross dell’incontenibile Vaiani ed infine due reti del terribile Giordano su azioni personali che portano il risultato sul 6 a 1 per gli ospiti, i quali nella parte finale della gara gestiranno l’incontro portando altre insidie alla porta pisana senza aumentare lo score. Un buon inizio soprattutto per la capacità di riprendersi dopo la brutta partenza, subito dopo Pasqua arriva a Pistoia l’Hockey Superba, squadra da prendere con le molle, sarà necessaria molta determinazione e concentrazione per vincere e continuare la rincorsa al primo posto.

Articolo di Roberto Natali.

Lascia una risposta