foto4009.jpg

Niente da fare per i pistoiesi che a Genova contro l’HC Savona incassano il primo stop in campionato. Sicuramente un passo indietro rispetto alla precedente partita anche se di fronte c’era un Savona determinato a non ripetere una stagione sotto tono rispetto alla precedente. Primo tempo di marca savonese che con un pressing alto tenta di mettere in difficoltà la retroguardia pistoiese, provocando in più riprese qualche imbarazzo. La prima frazione si chiude comunque sullo 0 a 0. Da segnalare due corner corti per il Savona respinti da un sempre pronto Maffei, e qualche “sfuriata” arancione che con il solo Denoth non riesce mai ad impensierire la difesa savonese (oggi Vignali non è riuscito ad sopperire l’importante assenza di Styan). Di tutt’altro spessore il secondo tempo che vede inaspettatamente l’HC Pistoia passare in vantaggio nei primi 10 minuti con Denoth che raccoglie una respinta corta di Ghione su corner corto (il primo battuto per gli ospiti). Dopodiché passa in regia l’HC Savona che non vuole assolutamente perdere punti preziosi in chiave classifica. Difatti passano pochi minuti che l’HC Savona con Pavani batte in rete (su assist dal fondo di Nunez) una palla colpita con la parte tonda del bastone ma che l’arbitro Valvano, oggi in coppia con Zunino, “ovviamente” non vede. Inutili le proteste pistoiesi, platealmente presi di “mira” dalla coppia arbitrale con infiniti falli fischiati appena dentro la propria ventidue e “trasformati” in corner corti per i locali. L’HC Savona crede in un possibile capovolgimento del risultato e lo trova anche grazie allo show offerto dal solito Valvano, che espellendo temporaneamente il portiere Maffei per proteste, costringe Gori ad entrare tra i pali (l’HC Pistoia era priva del secondo). Un’occasione che i locali non si fanno sfuggire, battendo in rete un corner corto di Nunez. Inutile l’assalto finale alla porta savonese da parte del Pistoia che ora guarda alla prossima partita contro l’HC Genova domenica prossima a Pisa.