Stagione 2004-2005 lunga ed estenuante(primo allenamento il 23 agosto 2004 ultima partita 19 giugno 2005) ma complessivamente ottima per la categoria Seniores.Tralasciando la Coppa Italia disputata a Settembre/Ottobre (con due vittorie e una sconfitta) e le varie vicissitudini legate alla scorsa estate, abbiamo concluso l’anno sportivo disputando le finali per l’accesso alla Prima divisione Indoor e un quinto posto in Serie B Prato. L’indoor andato aldil delle nostre previsioni in quanto vero che la rosa dei giocatori era buona ma anche vero che quasi mai sono stati contemporaneamente a disposizione. In particolare nella fase finale per l’accesso alla Prima Divisione nella partita che decideva chi avrebbe mandato in finale tra noi e Moncalvese, a causa degli infortuni di Fedi e Salvi, siamo stati costretti a schierare una squadra in totale emergenza e che pertanto ci ha visto sconfitti. Nel campionato Prato, come al solito, partenza a “rallentatore” e finale in crescendo. Con un p pi di fortuna e qualche errore di meno in attacco potevamo riuscire a raggiungere posizioni pi importanti nella classifica che in ogni caso ci vede quinti a 18 punti ad 1 punto dal quarto posto, a due dal terzo e a soli sei punti dal primo, 33 gol realizzati e sei “ragazzi” under 16 che hanno esordito quest’anno in serie B (di cui mediamente tre erano sempre in campo durante la partita) sono gli altri successi di quest’anno. Difficile dare giudizi sui singoli giocatori anche perch tutti, nessuno escluso, hanno dato sempre il “massimo” e si sono sempre dimostrati attenti e disponibili nei miei confronti, ma credo che le prestazioni e al tempo stesso la crescita effettuata da Fedi, Zabaroni e Iacomelli (le cui frequenti assenze, sempre giustificate, hanno sempre creato notevoli problemi…) non possono essere trascurate. Loro con la grinta di capitan Beneforti e l’esperienza di Styan, Denoth, Salvi e Gori hanno fatto da guida a tutti i giovani (Vignali, Filesi, Beatrice, Lavoratti, Castrovillari, Agostini e Turracchi) che ci hanno aiutato a sopperire ad assenze importanti come quelle di Mascia, Anabasi, Triunfo e Schiavelli. Capitolo a parte per i portieri Maffei e Musto che hanno sempre dato il loro apporto “sicuro” senza errori.