Serie B prato, 3^ giornata: Hc Pistoia – CSP San Giorgio 0-1 (0-0)

Hc Pistoia: Musto (gk), Borioni, Salvi, Braccini, Pagni, Schiavelli, Menichini, Beneforti (k), Vivarelli, Mascia, Sbacchi, Arcangeli, Capecchi, Maffucci, Bartolini. Allenatore Filippo Treno

CSP San Giorgio: Morello (gk), Gallinaro M., Gallinaro F., Ciancaglia, Bin, Missaglia, Faccin, Zorzan, Nalin, Prearo E., Preaoro S., Albertin, Ghiotto (k), Saoncella, Razzad. Allenatore Paride Missaglia.

Reti: San Giorgio (65′, azione)

Bologna, domenica 10 ottobre. Passo falso dell’Hc Pistoia al cospetto del San Giorgio di Padova nella terza giornata del campionato maschile di Serie B di hockey su prato. Gli ospiti vincono per 1 rete a 0 (primo tempo concluso in parità), ma al di là del risultato, concluso a favore dei padovani solo nei cinque minuti finali, la partita è stata e combattuta e giocata con molta determinazione da entrambe le formazioni, desiderose dei tre punti finali. Forse l’Hc Pistoia è riuscito a fare qualche cosa in più, ma alla fine ha anche sbagliato molto. Il primo tempo è stato di sostanziale equilibrio, con i pistoiesi subito reattivi al via: è Sbacchi che si mangia una clamorosa palla goal, tirando di poco fuori a portiere superato. I padovani, arrivati a Bologna con l’intenzione di allungare il vantaggio in classifica, sono bravi a spezzare le rimesse arancioni, complici anche di una giornata non felice del centrocampo pistoiese, forse causata anche dell’assenza di Bonazzi. Solo un paio di corner corti conquistati dal Pistoia, che normalmente sono delle ottime occasioni per le squadre di hockey per concludere in rete, ma non per quest’ultima, ormai diventati un vero “cruccio” per la squadra arancione. Da segnalare un quasi sicuro rigore negato a Mascia che si vede fermare fallosamente il proprio tiro a tu per tu con il portiere ospite. Il secondo tempo invece vede il San Giorgio più reattivo rispetto ad un Pistoia con poche idee, soprattutto in attacco che non riesce a sfruttare diverse buone occasioni avute, tra cui gli altri 6 coner corti conquistati (per un totale di 8), tutti malamente sprecati. Con il passare dei minuti, sfruttando un evidente calo fisico pistoiese, il San Giorgio riesce ad avere alcune occasioni in più ad arrivare vicino alla rete. Rete che si concretizza a 5’ minuti dal termine, complice un palla persa dai pistoiesi in attacco, con un forte drive al limite dell’area che per poco l’estremo difensore pistoiese, Musto, non riesce ad intercettare. Archiviata questa sconfitta, ora il Pistoia deve già pensare al prossimo avversario, il Cuscube di Brescia, che arriverà domenica prossima a Bologna, desideroso di ritornare il prima possibile nella serie superiore (A2), dove ne faceva parte fino alla scorsa stagione. Per allora, gli arancioni sperano di recuperare gli assenti Dotta e Bonazzi, risultati importanti nell’ultima vittoria in campionato.

Lascia una risposta