Serie B prato, 4^ giornata: Hc Pistoia – Cuscube Brescia 1-1 (1-1)

Hc Pistoia: Musto (gk), Dotta, Beneforti (k), Borioni, Brenninkmejer Eric, Pagni, Brenninkmejer Arjen, Schiavelli, Bonazzi, Mascia, Vivarelli, Braccini, Arcangeli, Bartolini, Menichini. Allenatore Filippo Treno.

Hockey Cuscube Brescia: Possali (gk, k), Sacca’, Marizzoni, Crotti, Conti, Kovacevic, Paolantoni, Vinai, Bugatti, Resconi, Gervasi, Mirabile, Mantovani, Alain Trevisan, Elvyn Trevisan. Allenatore Jense Jeroen.

Reti:
Cuscube (pt, azione)
Pagni (pt, rigore)

Bologna, domenica 17 ottobre. Torna il sorriso in casa Hockey Club dopo l’amara e ingusta sconfitta subita domenica scorsa contro i padovani del San Giorgio. Alla fine della partita contro la forte e ambiziosa formazione del Cuscube di Brescia, non arrivano i tre punti, ma un solo uno, frutto di un pareggio per 1 a 1. Lo ha ripetuto tutta la settimana il coach Treno: per riscattare l’opaca prova di domenica scorsa ci voleva la partita con la “P” maiuscola. I giocatori non si sono fatti in dietro alle richieste del loro allenatore ed hanno sfoderato una gran bella prova, dominata in più frazioni e mettendo alle corde il più quotato Cuscube. Forte per il rientro di alcuni elementi mancati nella scorsa partita, il Pistoia parte bene, attaccando a testa bassa, ma è il Brescia alla sua prima azione utile ad andare in vantaggio, complice una “dormita” del centrocampo arancione che si fa beffare dai rapidi avversari nel battere velocemente una contestatissima punizione. La partita è giocata molto a centrocampo e ben equilibrata, ma forse il Cuscube commette l’errore di pensare di aver già portato il risultato in porto, giocando alcuni minuti successivi con sufficienza, permettendo alla squadra toscana di arrivare più volte in area ed ottenere un sacrosanto rigore sul tiro di Mascia che viene fermato fallosamente a portiere battuto. Pagni non si fa pregare nel battere in rete e portare in pareggio la propria squadra. L’intervallo serve molto all’allenatore Treno, per dare la scossa alla propria squadra, e tutto ciò si nota già da fin dalle prime battute della seconda frazione di gioco. Tutto il secondo tempo è giocato con grinta e rabbia agonistica, i più periodi il Brescia è costretto ad arginare le sfuriate arancioni, nelle quali il portiere bresciano su supera nel salvare il risultato. E’ proprio l’estremo difensore ospite a sbarrare la via del gol su una serie di conclusioni sotto rete sui sei corner corti battuti dalla squadra toscana (1 solo per il Brescia), complice anche di alcune esecuzioni non ottimali. Panico negli ultimi minuti di gioco con il Pistoia costretto a giocare in 9 per  2 contemporanee e generose espulsioni assegnate a Menichini e Dotta, in cui il Cuscube riesce ad impensierire la retroguardia del Pistoia, ma l’estremo difensore Musto scaccia l’incubo di una possibile beffa. Il risultato di pareggio non è a favore dell’Hockey Club Pistoia, soprattutto per quanto ha fatto vedere in campo e anche perché ora deve continuare a inseguire le formazioni del San Giorgio e del Cuscube a quota 7 punti, mentre i pistoiesi sono fermi a 4. Domenica prossima, sempre sul campo amico di Bologna alle ore 11.00, il Pistoia affronterà l’Hockey Parma nella 5^ giornata di Campionato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *