Nello scorso weekend si sono disputate due gare dei campionati giovanili di Hockey su Prato. Nel campionato Under 21 l’Hockey Club Pistoia affrontava il Centro Sportivo Parrocchiale di San Giorgio (Padova) mentre nel Campionato Under 16, i piccoli arancioni affrontavano i pari età del Reggio Emilia.
Le note “chiare” sono venute dai più giovani che hanno disputato un bel incontro, tirato ed avvincente contro gli emiliani terminato in pareggio (1-1) che rispecchia l’equilibrio visto in campo. Il Reggio Emilia è un’ottima squadra, agile e dotata di attaccanti veloci che spesso hanno dato filo da torcere all’attenta retroguardia arancione; sin dall’inizio i reggiani hanno dato dimostrazione della loro pericolosità: è l’ottimo portiere Michelozzi che si fa apprezzare in avvio di incontro, intercettando in uscita l’attaccante emiliano che si presentava solo in area. Per una buona parte del primo tempo c’è stata una predominanza territoriale dei padroni di casa che sfruttavano il solito momento di disagio dei giovani pistoiesi dovuto alla scarsa abitudine a giocare su campo ad undici, soffrendo un po’ per le veloci incursioni sulla fascia sinistra dove Cioni ha il suo da fare a contenere la veloce ala emiliana. Lentamente la squadra si assesta, la linea di difesa contiene le incursioni emiliane ed il centrocampo riesce a filtrare e far ripartire il gioco. Un po’ fumoso invece l’attacco che pure ha un paio di occasioni favorevoli. L’incontro è piacevole le due squadre costruiscono trame di gioco creando anche situazioni da rete, ma il risultato non si muove. La ripresa si apre con i pistoiesi un po’ più presenti nella metà gioco dei padroni di casa cercando di arginare la loro linea difensiva, anche se spesso il Reggio Emilia crea pericolo lanciando i propri veloci attaccanti in contropiede. Si registrano alcuni corner corti non sfruttati dagli emiliani ed alcune buone azioni degli arancioni che avrebbero meritato più fortuna. A metà del secondo tempo il Reggio Emilia passa in vantaggio. Un cross dalla destra “buca” la linea dei difensori giungendo ad una punta reggiana lasciata colpevolmente sola che insacca anticipando l’estremo pistoiese. La squadra arancione non si disunisce ma continua macinare il suo gioco e sembra anzi conquistare metri contenendo le puntate dei biancoblu’ e ripartendo all’attacco. Proprio su una di queste azioni arriva il meritato pareggio dei pistoiesi. Vaiani conquista palla a centrocampo ed inizia una delle solite travolgenti discese, riuscendo a scartare un paio di difensori ed appena entrato in area scaglia un bolide che lascia di stucco l’estremo emiliano. I padroni di casa accusano il colpo e ci sarebbe anche la possibilità del colpaccio ma gli attaccanti di Pistoia non sono precisi. L’incontro si riequilibra giungendo cosi al termine. Decisamente positiva la prestazione della squadra: una piacevole scoperta Cioni nel ruolo di difensore destro (ha giocato piuttosto bene in avanti negli scorsi campionati). Il Pistoia ha giocato con Michelozzi, Cioni, Tolve, Saini, Natali, Trinci, Vaiani, Biagini, Bartolozzi, Pellicani, Biondi.
Non è andata bene alla formazione Under 21 anche se ci sono alcuni elementi da considerare che possono stemperare una sconfitta che pur è pesante nel punteggio di 0 a 5. L’avversario è una squadra che si muove applicando gli schemi a memoria, i nostri giovani sono quasi tutti al limite inferiore d’età per la categoria e la formazione seppur rinforzata da alcuni elementi in prestito dall’HT Bologna ha bisogno ancora di un po’ di tempo per amalgamarsi. I ragazzi sono coscienti che disputano un campionato “per farsi le ossa” e sono da apprezzare moltissimo perché scendono in campo impegnandosi al massimo contro formazioni che al momento sono loro superiori, ma da questo torneo potranno trarre esperienze da utilizzare più avanti. Rispetto al primo incontro si sono comunque visti passi in avanti. Il Pistoia ha cercato di fare la propria partita e non si è chiuso in difesa, ma gli esperti veneti hanno sempre approfittato delle occasioni avute punendo i toscani. Non c’è da drammatizzare ma continuare a lavorare con tranquillità perché ci sono i margini ed i segnali di miglioramento. Il Pistoia ha giocato con Arcangeli, Nogara, Mohammad, Ungarelli, Eyaz, Menichini, Navngayam, Alam, Maffucci, Ducceschi.

Lascia una risposta