Bologna, 11 e 12 dicembre. Tutto secondo pronostico, o quasi. L’Hockey Club Pistoia torna dal primo concentramento della massima serie italiana di hockey indoor con la testa bassa, rimediando tre sconfitte in altrettante gare disputate nella due giorni al palazzetto del CUS di Bologna. Si pronosticava un impatto devastante con un altro hockey rispetto a quello abituale di Serie B e così lo è stato, ma sicuramente la compagine toscana, al suo debutto assoluto nella Serie A, ha dimostrato che può starci tra le grandi, dando filo da torcere anche a quelle formazioni che oramai sono da anni nel salotto buono dell’hockey indoor italiano. Lo dimostrano tutti i parziali in bilico fino agli ultimi minuti di gioco contro Bra (Cuneo), Campione d’Italia in corso, Cus Bologna e Hockey Villafranca (Verona), rispettivamente quarta classificata e sesta classificata nella scorsa stagione. Ciò nonostante, vista la classifica, la situazione non è confortante alla fine del primo concentramento, ma fortunatamente c’è il tempo di migliorasi prima del prossimo appuntamento previsto per il weekend del 22 e 23 gennaio.

Sabato, al suo debutto contro i Campioni d’Italia dell’Hc Bra, il Pistoia si sveglia solo al 10’ minuto quando i braidesi sono già sul 2 a 0 a proprio favore. Superato il “trauma” da esordiente, la squadra pistoiese inizia a giocare, facendo venire qualche grattacapo alla titolata formazione piemontese. E’ infatti Bodnar ad accorciare le distanze su azione, con una bella finalizzazione sotto porta. Terminata la prima parte, gli arancioni iniziano il secondo tempo con più convinzione nei propri mezzi, arrivando fin dalle prime battute sotto porta avversaria. Prima con Fedi che stampa la palla sul palo, poi con Sbacchi, con una deviazione terminata di pochissimo sopra la traversa, il Pistoia cerca insistentemente di accorciare le distanze. Ma proprio sul momento migliore, il Bra negli ultimi minuti di gioco, realizza una delle poche occasioni avute in rete nella seconda frazione, chiudendo definitivamente l’incontro su 3 a 1. Nel secondo giorno, il Pistoia affronta nella prima partita in programma la locale formazione del CUS. Bologna che ci mette ben pochi minuti a incidere sul tabellone il proprio vantaggio, ma fortunatamente come contro il Bra, il Pistoia si sveglia rimontando lo svantaggio con Fedi su corner corto per poi portandosi addirittura sul momentaneo 2 a 1 con Mascia sempre su corner corto. Ma è brava la titolata formazione del CUS a portarsi sullo scadere di nuovo in avanti con un’azione da manuale, chiudendo la prima frazione sul 3 a 2. Il Pistoia torna in campo distratto e nel giro di 10 minuti prende 2 gol su corner corto vedendosi ribaltare la partita sotto gli occhi; totalmente in confusione gli arancioni negli ultimi minuti trovano il gol della speranza con Simone Dussi, che però non basta per accorciare, perché un Bologna veramente cinico sfrutta a d’oc le occasioni avute siglando altre due reti per l’immeritato risultato finale di 7 a 3 per i felsinei. Con l’amaro in bocca, il Pistoia affronta il Villafranca in un incontro che sa già di essere decisivo per la corsa per la salvezza. Infatti dai risultati delle gare, una ulteriore sconfitta penalizzerebbe molto il Pistoia. La partita si rivela veloce e combattuta con il Pistoia più in palla e aggressivo, ma nonostante le molte conclusioni verso la porta avversaria la prima frazione si chiude con il vantaggio veronese per 2 a 1 (rete pistoiese di Angius), pareggiato dalla rete di Lorenzo Dussi all’inizio della ripresa. Rete che da la scossa agli arancioni che si portano addirittura sul 4 a 2 con le reti di Fedi e di Lorenzo Dussi. Ma il Pistoia fa il grossissimo errore di aver pensato ad una vittoria già in tasca e complice ma mancata esperienza di gestire l’incontro, sul momento migliore i veneti riescono a tagliare le gambe ai toscani con 3 reti in 5 minuti, relegando il Pistoia all’ultima piazza del proprio girone. Al comando c’è ora il Bra, con 7 punti, ancora imbattuto. Alle sue spalle il Villafranca a 5 punti e Cus Bologna a 4. Chiude il Pistoia a 0. La formula prevede le prime due del girone accedano alla finale per il titolo assieme alle prime due dell’altro girone, mentre le ultime due si giocheranno la permanenza nella Serie A assieme alle ultime due dell’altro gruppo. Nel complesso si sono viste molte cose buone, considerando che il gruppo è per 6/12 nuovo, ma si sono viste anche molti errori, soprattutto per la mancanza di abitudine di giocare a livelli così alti. Già da domenica prossima c’è la possibilità di lavorare per migliorarsi, con gli incontri se pur di Serie B a cui la formazione di Pistoia partecipa fuori classifica.

Hc Pistoia: Martinelli (gk), Fedi, Masi, Angius, Simone Dussi, Lorenzo Dussi, Mascia, Bodnar, Vivarelli, Musto (gk), Sbacchi, Salvi. Allenatore Filippo Treno.

Sabato 11 Dicembre
Hc Bra – Hc Pistoia 3-1 (pt 2-1). Rete per il Pistoia di Bodnar (azione).

Domenica 12 Dicembre
Cus Bologna – Hc Pistoia 7-3 (pt 3-2). Reti per il Pistoia di Fedi (corner corto), Mascia (corner corto), Simone Dussi (azione).
H. Villafranca – Hc Pistoia 5-4 (pt 2-1). Reti per il Pistoia di Angius (azione), Lorenzo Dussi (azione), Fedi (azione), Lorenzo Dussi (azione).

Lascia una risposta