I sogni degli arancioni di rifarsi del torto subito all’andata contro l’HC Genova sfumano a cinque minuti dal termine quando Arscone batte Maffei con un tiro-cross che si infila in porta sotto lo sguardo incredulo della difesa arancione. Ma partiamo dall’inizio. Pistoia, orfano di Schiavelli (infortunato da inizio campionato) e Anabasi, schiera un 11 identico a quello vincente contro il CUS Pisa, giocando la carta Styan unica punta. Dopo sei minuti è subito goal: è Masi a infilare i liguri con uno slap shot su corner corto a seguito di un invitante passaggio di Styan. L’HC Genova non accusa il colpo e attacca a testa bassa i padroni di casa che soffrono per quasi tutto il primo tempo il pressing genovese. Non ci sono grandi tiri in porta da segnalare: solo un push alto di Cardinale ben parato da Maffei. Poi tutto in cinque minuti: Genova colpisce la traversa con un missile di Torapao, Triunfo risponde dopo pochi secondi dall’altra parte del campo con un drive a mezz’altezza che si stampa sul legno alla destra del portiere e alla fine il pareggio degli ospiti con un bella deviazione di Melis su assist di Cardinale. Azione però viziata da una evidentissima palla pericolosa in area non ravvisata dall’arbitro Selmi.
Nella ripresa non cambia la musica: Genova fa il 70% del gioco e Pistoia che agisce in contropiede. La gara è abbastanza fallosa (alla fine sono 7 i cartellini estratti dai direttori di gara) e molte azioni vengono interrotte a centrocampo senza che arrivino in area. HC Genova che conquista quattro corti(stoppati male) e Pistoia che ne ottiene tre, tutti neutralizzati da un ottimo Saba. Poi un lampo. Mascia riceve un drive sul limite dell’area, scarta Mura e tira di push di rovescio colpendo il palo: Styan è pronto sulla respinta fa 2-1. La squadra di Laureana non si arrende e alla fine, come già descritto, trovare un pareggio che è sicuramente meritato. Il 2 Maggio gli arancioni sono ospiti del CUS Genova.