Serie B: Polisportiva Camelot – HC Pistoia 1-0 (1-0 pt)

Hc Pistoia: Musto (gk), Fedi (k), Borioni, Schiavelli, Masi, Bartolini, Degli Esposti, Menichini, Bonazzi, Vivarelli, Mascia. Entrati Arcangeli, Braccini, Cannavò, Capecchi, Maffucci. Allenatore Filippo Treno.

Padova, 16 ottobre. L’Hockey Club Pistoia torna da Padova con l’amaro in bocca per aver buttato via una partita e tre punti fondamentali per stare dietro all’ambiziosa formazione bresciana del Cuscube. Contro la Polisportiva Camelot di Padova, sul bel campo del locale Cus, ancora una volta la formazione padovana si conferma bestia nera per i pistoiesi vincendo per 1 rete a 0 e portandosi in classifica proprio dietro ai bresciani. Per i ragazzi di mister Treno sarà fondamentale non sbagliare domenica prossima nel match clou della 4^ giornata di campionato dove sul campo di Barca di Bologna, orami casa degli arancioni da 3 stagioni, avranno di fronte i primi in classifica per cercare l’immediato riscatto. Così a fine partita il Presidente Alessandro Gori, al seguito della squadra, sintetizza i 70 minuti: “Abbiamo regalato punti preziosi ai nostri avversari in classifica. Ancora una volta confermiamo le nostre difficoltà in attacco. Non è possibile che dopo lo sbandamento iniziale dove abbiamo subito la loro rete“ – al 10’’, ndr “che forse può anche starci nell’arco dei 70 minuti, noi abbiamo sempre avuto in mano il gioco e praticamente quasi giocato nella loro metà campo. Loro con 2 occasioni e tre corner corti battuti, hanno segnato una rete, mentre noi, non so quante occasioni e con ben 11 corner corti battuti, non siamo riusciti a far niente. Possiamo ben poco recriminare a Fedi per il rigore sbagliato. Dobbiamo darci una svegliata altrimenti il percorso alla conquista alla prima piazza si fa difficile”. Anche Treno è della stessa opinione del Presidente: “Sono contento di aver avuto quasi tutti i giocatori a disposizione e sinceramente sono anche contento di come abbiamo retto bene alla loro velocità che nelle precedenti stagioni ci ha sempre messo in difficoltà. Mentre non posso essere felice di come ci siamo comportati in area avversaria. La palla oggi non voleva proprio entrare. Ci manca un vero bomber che risolva queste situazioni”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *