Serie B: Hc Trieste – Hc Pistoia 0-4 (0-3 pt)

Hc Pistoia: Musto (gk), Fedi, Braccini, Borioni, Vivarelli, Bartolini, Menichini, Mascia, Pagni, Vivarelli, Maffucci. Entrati Arcangeli, Beneforti (k). Allenatore Filippo Treno.

Reti: Mascia, Pagni, Fedi primo tempo. Mascia secondo tempo.

Corti: Pistoia (9), Trieste (0). Cartellini: Trieste (verde), Bartolini (verde).

Trieste, 6 Novembre. Terza partita nel giro di sette giorni per l’Hockey Club Pistoia, che al termine di un match ampiamente dominato, torna alla vittoria dopo un pareggio (Villafranca), e una sconfitta (Città del Tricolore), seppur immeritata. Gli arancioni si sono imposti per 4 a 0 sul campo del Trieste, che nell’arco dei 70 minuti non hai mai seriamente impegnato il portiere arancione Musto. Pistoia che scende in campo con un ordinato 4-4-2, costruisce il gioco soprattutto sulle fasce: è Fedi che nell’abituale posizione di libero innesca i centrali Bartolini, Beneforti e Menichini, che a loro volta fanno girare il gioco sulle fasce. Sono gli inserimenti dagli esterni di Masi e Borioni, spesso sganciato da terzino in proiezione offensiva, a fare la differenza e a permettere al Pistoia di guadagnare numerosi corti (4 nel primo tempo, 5 nel secondo): Mascia con un gran push e Fedi su ribattuta portano il Pistoia sul 2 a 0. Il Trieste chiuso a riccio prova a ripartire e a spiegarsi in contropiede, ma a parte una deviazione pericolosa sotto porta, il loro gioco è sterile. Molto più efficace è Pagni che liberato da un gran passaggio di prima di sponda da Vivarelli porta il Pistoia sul 3 a 0. Secondo tempo sostanzialmente simile al primo, con il Pistoia che manovra a tutto campo e si propone in attacco numerose volte, e il Trieste molto coperto e veloce nel ripartire con i due abili centrali, comunque marcati a vista. Arcangeli che rileva l’infortunato Borioni, completa la difesa con Fedi e Braccini. Pistoia forse un po’ adagiato per il risultato fino ad ora ottenuto, pecca di scarsa precisione sottoporta, e inevitabilmente si ripropone il solito problema: la mole di gioco è tanta, ma quando si arriva in area manca sempre lo spunto finale. A turno, tutti o quasi, i giocatori pistoiesi hanno la possibilità di tirare a rete, ma bisogna aspettare quasi la fine del secondo tempo, quando ancora Mascia, su corto, piazza la pallina nell’angolino per il 4 a 0 finale. Era importantissimo tornare alla vittoria, dopo aver inanellato una serie di sconfitte e pareggi nelle ultime partite e vittoria è stata. La speranza di accedere alla fase finale è molto flebile, soprattutto dopo i punti buttati il mese scorso sul campo del Camelot, ma Pistoia ha ancora il dovere di crederci e di inseguire fino alla fine la compagine bresciana, al momento saldamente in testa al girone. Già Domenica prossima sono attese delle conferme a Bologna, contro l’ostica formazione del Grantorto.

Lascia una risposta