I ragazzi di mister Treno si giocano oggi a Bologna l’acceso alla finale scudetto «Di fronte abbiamo la corazzata pluritricolore Roma, ma possiamo farcela»

Appuntamento con la storia parte seconda. Dopo l’insperata, quanto meritata, qualificazione alle final four, infatti, l’Hockey Club Pistola è pronto alla superstida contro l’HC Roma, in programma oggi pomeriggio a Bologna, nonostante le condizioni atmosferiche nel capoluogo emiliano non siano delle migliori a causa delle copiose nevicate.
La posta in palio è altissima: chi vince affronterà domani la vincente dell’altra semifinale fra Hc Bra e Cus Bologna per la finalissima scudetto.
La giovane società pistoiese ha già tagliato un traguardo storico due settimane fa, entrando a pieno titolo tra le prime quattro squadre di hockey indoor in Italia grazie allo strepitoso risultato conseguito nel raggruppamento giocato “in casa” a Ponte Buggianese. Adesso si chiede di nuovo miracolo ai ragazzi di mister Filippo Treno: ribaltare il pronostico contro i pluri-scudettati romani, per poi andassi a giocare la partita dell’anno.
Va detto però che Pistoia non arriva al meglio a questo grande appuntamento, funestata come sempre dai ben noti problemi strutturali che impediscono a squadra e staff tecnico ad allenarsi al meglio.
«In tre mesi abbiamo dovuto cambiare sei palestre – tuona un arrabbiato Filippo Treno – ritrovandoci a lavorare su campi più piccoli e stretti del normale, senza le aree e con porte non regolamentari. Com’è possibile impostare un lavoro di rifinitura e di cura dei dettagli in maniera seria, come converrebbe per un evento importante come le final four, in una situazione cosi?».
Impossibile dar torto al mister: la squadra è ai vertici nazionali, si trova davanti formazioni attrezzatissime, dal budget importante, e meriterebbe sicuramente pia attenzione e disponibilità da parte dell’amministrazione. Nonostante le difficoltà Treno non si da comunque per vinto.
«Andiamo a Bologna per giocarcela -afferma- ho fiducia nei miei ragazzi è so quali sono le loro potenzialità. Davanti ci troviamo una corazzata che in bacheca può vantare sei tricolori – continua Filippo Treno – mentre noi siamo matricole alla prima apparizione nelle final four. Daremo tutto – conclude – portando come sempre in alto il nome di Pistola, anche se per questo ci si aspetterebbe di essere ripagati in maniera migliore».
Questi gli atleti che scenderanno in campo questo pomeriggio a Bologna: Musto, Pompili. Fedi, Szsplik, Beneforti, Simone Dussi, Lorenzo Dussi, Malato, Mascia, Masi, Vivarelli, Bartolini.

Alessandro Benigni

Fonte: Il Tirreno del 4 Febbraio 2012

Lascia una risposta