Daniele GiordanoSi è disputato ieri a Pisa, presso gli impianti del Cus, il derby nonché lo scontro al vertice tra la prima (Cus Pisa) e la terza (Hc) del girone Tosco-Ligure di Serie B. Partita che lasciava, sulla carta, non molte chance agli arancioni visto lo score interno dei Pisani (tutte partite vinte in casa) e la reale “forza” dell’avversario. Il finale, 4 a 2 per Pisa, rispecchia solo in parte, però, l’andamento della partita e le forze viste in campo. Pistoia si presenta come sempre con una squadra molto giovane, scelte dovute da esigenze tecniche ma anche dalla mancanza di infortunati “cronici”. L’inizio della partita è tutto pisano con Turacchi (ottima la sua partita) che salva in almeno tre occasioni la porta pistoiese; poi la partita si fa più equilibrata con Pisa che mantiene il predominio del campo e con Pistoia che si fa sempre più pericoloso nelle ripartenze. E proprio su una di queste che al 27° va in gol con una caparbia azione finalizzata da Giordano. Passano pochi secondi e su corner corto arriva il pareggio del Cus con Giorgi. Pisa prende coraggio e nel forcing finale del primo tempo arriva al vantaggio con Pedreschi (33°). La ripresa inizia con la stessa falsariga del primo tempo con Pisa padrone del centrocampo e Pistoia pronto con ripartenze velocissime. Al 2° minuto su una ribattuta del portiere pisano arriva il pareggio di Pistoia con Vaiani. La partita cambia, con Pisa più timoroso e poco incisivo. Su un errore dei centrocampisti arancioni arriva al 12° il vantaggio del Cus con Del Carratore. Pistoia ci prova ma Pisa controlla abbastanza agevolmente e nel finale in contropiede arriva al 4 a 2 con Bianco(73°). Sconfitta forse anche giusta per l’Hc ma segnali incoraggianti da tutti i ragazzi più giovani che stanno crescendo in maniera esponenziale.

Hc Pistoia: Turacchi, Arcangeli, Borioni, Fedi, Beneforti, Menichini, Vivarelli, Bartolini, Moncini, Mascia, Giordano, Michelozzi, Vaiani, Meoni, Natali, Cioni.

Lascia una risposta