RIccardo FediL’Hockey Club Pistoia pareggia nell’ultima gara valevole per il girone di andata del Campionato Nazionale di Serie B, contro l’UHC Adige e seppur con minor distacco, mantiene il primato in solitaria, laureandosi Campione d’Inverno, se così possiamo dire. La gara disputata ieri sotto una pioggia incessante al campo Frascari non è stata semplice per gli arancioni; l’Adige si è dimostrato un avversario ostico fin dalle prime battute, abile a sfruttare gli errori di Pistoia e con i suoi giocatori di esperienza, colpire dove e quando era possibile. Pistoia certo non è stata a guardare, perde, purtroppo, nei primi 10 minuti Luca Tolve per infortunio, crea, corre e spreca, infatti nell’arco della partita almeno 3 / 4 azione clamorose, colpendo un palo netto con Cioni a 10 minuti dal termine, ma controlla bene gli affondi dei trentini. La gara, come spesso capita nell’hockey, viene decisa dai Corner Corti; difatti è Adige a passare in vantaggio a metà del primo tempo con un corto tirato non forte, ma molto preciso; Pistoia reagisce e a seguito di un altro corner corto, tirato da Martinelli, Fedi è lesto a ribattere in rete per il meritato pareggio arancione. Il secondo tempo parte con una fiammata veemente dell’Adige che si riporta in vantaggio con un corto, fotocopia del primo, solo l’attaccante Trentino decide di cambiare angolo, 1-2 per gli ospiti. La partita scorre via con continui capovolgimenti di fronte, Pistoia attacca, Adige controlla ma non è pericoloso quasi mai e quando lo è, Musto, entrato nel secondo tempo al posto di Michelozzi è sempre attento. Anche in questo caso il modo per smuovere il risultato arriva su corto, schema perfetto di Martinelli che invece di tirare serve libero Fedi sulla sua destra, che con freddezza mette la pallina dove l’esterno portiere dell’Adige non può arrivare, è 2-2. La partita finisce praticamente qui. Un pareggio sudato, meritato e soprattutto voluto. Voluto come il percorso fin qui svolto dagli arancioni, sempre un crescendo, un lavoro fatto di fatica, passione e costanza; chi avrebbe mai detto a settembre che un gruppo, composta da 8/11 di ragazzi di 17/18 anni e con l’innesto di alcuni ragazzi di esperienza (solo due giocatori di fuori Pistoia) sarebbe arrivato a questo, credo nessuno; ma tutti nell’ambiente credono che il bello debba ancora arrivare, il ritorno del campionato ci riserverà ancora molte sorprese e speriamo molte altre soddisfazioni. Ora, si apre la parentesi indoor, ma di questo ne parleremo, ampiamente in settimana; godiamoci il primato in classifica, insieme a dirigente e sostenitori che anche ieri, nonostante il clima veramente perfido non sono voluti mancare all’appuntamento con i loro giocatori.

Lascia una risposta