Sfuma il sogno del salto di categoria, l’accesso nell’olimpo dell’Hockey Indoor scappa dalle mani delle atlete pistoiesi e raggiunge le sponde del Lago di Garda, dove la società H.C. Riva approda nella massima serie, ma andiamo per ordine. Le squadre partecipanti sono H.Pistoia Etrusca, che gioca in casa, Hc Riva, Leonidas Bra, e HT Bologna. Le ragazze allenata da Cristian Tarres ed accompagnate in panchina dal Presidente Fedi sono al gran completo, la cornice di pubblico della palestra di Montecatini farà il resto. Vediamo ora l’andamento nelle singole tre partite:

H.Pistoia Etrusca – HC Riva 3- 5
Subito uno scontro diretto, alla fine decisivo per le sorti della compagine pistoiese, le prospettive iniziali erano tutte colorate di arancione, difatti dopo soli 10 minuti Pistoia conduce per 2-0, grazie ad un inizio fulminio di Bellari e compagne. Il ritorno del Riva è potente e determinato, le nostre ragazze lottano con grinta, forse commettono troppi errori, complice un po di inesperienza a manifestazioni di questo genere, così Riva capovolge il risultato e si porta sul 4-3. Inutile il pressing finale delle arancioni che si lasciano trafiggere con il definitivo 5-3 finale.

H.Pistoia Etrusca – Leonidas Bra 4 – 4
Nulla è perduto, visto anche i risultati degli altri incontri, Pistoia parte come al solito a mille, 10 minuti e di nuovo 2-0 per le pistoiesi. Questa volta il risultato dura fino a 5 minuti del secondo tempo, quando su un’azione di corner corto, Mucci viene colpita da una pallinata, infortunio non grave (sarà regolarmente in campo il giorno dopo ndr), la squadra per un attimo ne risente, Bra ne approfitta e ribalta il risultato, siamo 3-3. Mancano 10 minuti alla fine, Bra allunga ancora le distanze, Pistoia però non molla, le nostre ragazze lottano in campo e ottengono il pareggio, la partita risulta bellissima per il pubblico, una sofferenza per chi è in panchina. Ma le emozioni non sono finite, Pistoia va ancora sotto di un gol, siamo 4-3. Bra potrebbe chiudere la gara, no sfrutta pero un tiro di rigore concesso, difatti il portiere pistoiese Picchiotti, si supera e neutralizza. Ecco la nuova linfa per Pistoia che si getta alla ricerca del pareggio e lo ottiene al suono della sirena con Mori che con un tiro angolato fa esplodere la palestra.

H. Pistoia Etrusca – HT Bologna 1 -0
Ormai le speranze per Pistoia di accedere alle finali si sono esaurite, ora l’obbiettivo è arrivare al secondo posto, per farlo c’è da vincere contro Bologna e sperare in una vittoria ampia di Riva su Bra. Pistoia questa volta parte un po contratta, macchinosa, non trova la via della porta, complice anche le bolognesi che hanno un gioco molto frammentato. Verso la metà del primo tempo Pistoia comprende che deve giocare palla in velocità, lo fa e ne ottine i frutti, conquistando molte corner corti e molte occasioni da gol. Purtroppo non fruttati a dovere. Bologna sfrutta solo gli errori del Pistoia, ma non si rende mai pericoloso veramente. Nel secondo tempo la musica non cambia, Pistoia continua nel suo festival di errori, ma alla fine, come giusto che sia conquista ad un minuto dalla fine il gol vittoria, messo a segno da Bellari.

Si chiude così una finale che poteva avere ben altro risultato, alla fine ha vinto la squadra più esperta, Pistoia può solo recriminare un po di sfortuna nelle prime due partite. Ci riproverà il prossimo anno.