Successo importante del Sampierdarena sul campo di Pisa contro le arancioni di Pistoia. Le genovesi dopo la buona prova interna contro il CUS Pisa (1-3) confermano la solidità dell’impianto di squadra andando in gol quattro volte e sempre su azione.
HOCKEY PISTOIA ETRUSCA – HC SAMPIERDARENA 0-4 (0-1)
Reti: 33′ Pedranghelu (A), 43’ Bogliolo (A), 56′ J. Cusano (A), 65′ Beggi (A)
HC Sampierdarena: M. Cusano; Domard, Massa, Villamar, Coucourde; Fisniku, Bogliolo, J. Cusano, Serra; A: Beggi, Pedranghelu. Entrata : Belkhal (45′)
H Pistoia: Picchiotti; Anselmi, Bartoletti, Beatrice, Bellari, Chiappe, Cullahj, Gelli, Jaichenco, Mucci, Mori, Pacheco, Ricci.
Note – Corti: 4 (0) a 1 (0) per Pistoia
Pisa – Il Sampierdarena si schiera con un 4-4-2 che sconta alcune assenze importanti (Sinfonico e Sabbatini) e patisce la preparazione precaria di un paio di giocatrici a causa di infortuni (Serra e Beggi). Il Pistoia risponde con un 3-5-2 decisamente giovane e con alcuni elementi poco esperti, affiancate al duo argentino Jaichenco e Pacheco.
Inizio in attacco per Sampierdarena, al 1′ minuto conquista il primo e unico corto della partita. Il tiro di Giulia Cusano finisce a lato a sinistra della porta. Nei primi 10 minuti Pistoia deve difendere nella propria metà campo gli attacchi delle ospiti che arrivano con facilità in prossimità dell’area, soprattutto dalle fasce, senza però creare particolari problemi al portiere.
Nella parte centrale del tempo Pistoia si riorganizza, fa valere la superiorità numerica a centrocampo e riprende metri. Guadagna un paio di corti, ben difesi, che non hanno esito. Vengono soprattutto dalla fascia sinistra i problemi per Sampierdarena, che poi prende le misure con Serra e Cusano e così la partita si gioca principalmente a centrocampo.
Sul finire del tempo nuova supremazia ospite che si concretizza in goal a due minuti dal termine. Da un incursione sulla fascia sinistra scaturisce il passaggio all’altezza del primo palo a Giada Pedranghelu, che riceve e batte il portiere in uscita.
Secondo tempo con Pistoia che inizia molto più decisa e costringe Sampierdarena a difendere nella propria metà campo. Lascia però spazi per il contropiede avversario, che si concretizza all’8′ minuto: dalla destra Fisniku scambia con Bogliolo che entra in area incrociando il tiro sul secondo palo. Al 10′ per Sampierdarena esce Massa per Belkhal che va a centrocampo a sinistra, e Serra arretra come secondo centrale di difesa.
Pistoia tenta comunque di fare gioco ma in modo meno incisivo rispetto all’inizio del tempo: alcune leggerezze della difesa genovese regalano le azioni più pericolose che culminano in un corto e alcuni tiri-cross respinti dal portiere. Restano spazi che Sampierdarena usa per gestire meglio il gioco a centrocampo e sfruttare le azioni d’attacco. Da qui il terzo goal. Al 21′ palla recuperata a centrocampo, passaggio in profondità sulla destra per Beggi che va sul fondo e crossa indietro per Cusano che in spazzolata al volo segna sul palo lontano.
A questo punto la pressione delle padrone di casa si allenta ancora di più e la difesa ospite non corre più pericoli, riprende il gioco a centrocampo e trova il quarto goal a 5 minuti dalla fine. Su una punizione dentro i 22, sulla sinistra, Cusano crossa di tiro dentro l’area verso il secondo palo, un difensore spizza involontariamente, e sull’intervento del portiere Beggi sempre sul secondo palo raccoglie la respinta e al volo e mette dentro una pallina angolatissima.

(m.p.)

Altro risultato – Area 3: Butterfly –Aniene 3-2

Fonte: www.hockeylove.it