Serie B maschile, 7^ giornata: CHL San Vito – Hc Pistoia 7-0 (5-0)

CHL San Vito: Gentili Rocco (pk), Gentili Enrico, Denni Diego, Denni Massimiliano, Quaresima Corrado, Tolomei (k), De Marchi, De Paolis, Quaresima Emiliano, Mohammed Fayyaz, Rossi, Van Lohuizen, Denni David, Gentilezza. Allenatore Alberto Fabrizio De Marchi. Dirigente Antonio Tolomei.

Hc Pistoia: Loreti (pk), Braccini, Gori, Arcangeli, Fedi, Tarres, Beneforti (k), Triunfo, Salvi, Iacomelli, Meoni, Bambini, Maffucci. All. David Malvaso. Dirigente Alessandro Gori.

Arbitri: Fratini, ?

Marcatori:
San Vito (SV) pt, Azione
San Vito (SV) pt, Azione
San Vito (SV) pt, Corner corto
San Vito (SV) pt, Azione
San Vito (SV) pt, Azione
San Vito (SV) st, Azione
San Vito (SV) st, Azione

Cartellini
Giallo: Beneforti (PT)

Corner corti
Chl San Vito 3(1), Hc Pistoia 10(0)

Dopo un avvio positivo con la vittoria nel primo incontro di ritorno nel campionato prato, il Pistoia torna dalle colline romane di San Vito a testa bassa e con un sonoro 7 a 0 (non si ricordava da ben 5 anni!) sulle proprie spalle subito dai locali del CHL. L’Hockey Club si presenta nel nuovissimo impianto del San Vito con più di un cerotto: fuori entrambi i portieri di ruolo Maffei e Turacchi, il presidente Loreti fa gli extra e rientra in attività coprendo per la prima volta il ruolo di portiere. Malvaso deve fare a meno anche dei giovani Agostini (a casa per malattia), Beatrice, Bartolini e Vivarelli (indisponibili per motivi personali). Il tecnico chiede un sacrificio a Triunfo che si presenta in campo ancora in pieno recupero dall’influenza da cui è stato colpito in settimana e all’acciaccato Bambini con ancora grossi problemi alla caviglia. Il San Vito, attualmente saldo al primo posto in classifica, ci mette ben poco a capire la mala situazione pistoiese approfittandosene e portandosi al 10’ in vantaggio con una rapida incursione dei veloci attaccanti e fissando il risultato sul momentaneo 1 a 0. Alla ricerca del pareggio, il Pistoia lascia “vita” e marcature “facili” al San Vito che con l’elevata tecnica dell’olandese e la rapidità dell’attaccante pakistano, si porta in pochi minuti prima sul 2 a 0, poi 3 a 0 con ancora con un contropiede “bruciante” ed un corner corto battendo l’incolpevole Loreti. Ormai può ben dire poco il Pistoia su questa partita, ma riesce a tirare fuori la cattiveria di chi non ci sta solo a subire. Con Meoni e Tarres gli arancioni si portano avanti numerose volte creando scompiglio nella difesa locale tutt’altro che impenetrabile, riuscendo a conquistare a fine primo tempo ben 6 corner corti (a termine della partita saranno 10!), dimostrando che la porta della forte rivale può essere infranta; il periodo “no” dei corner corti pistoiesi è vivo anche a San Vito, e anche un arbitro “ci mette del suo” annullando un gol regolare a Salvi. La speranza si vede definitivamente infrangere quando uno dei direttori di gara non punisce lo stop di petto di un difensore locale su di un tiro diretto in porta con il giusto rigore. Con il Pistoia completamente rivolto alla ricerca del gol, il San Vito gioca facile e colpisce in contropiede, punendo ancora due volte. Secondo tempo sempre frizzante per entrambe le parti con un Pistoia molto più attento a non incrementare le segnature del San Vito e non ancora remissivo alla ricerca del gol. Rete che viene ancora negata dall’ imprecisione degli attaccanti e dai corner corti battuti malamente. Le ultime due reti siglate dai locali sono ancora due rapidi contropiedi su cui l’inesperto portiere arancione nulla può fare. A fine partita nonostante la pesante sconfitta, nella mente e nelle parole di tutto lo spogliatoio c’è molta convinzione su una pronta risalita grazie soprattutto al mese di preparazione che ci separa dalla fase successiva, mese che tra allenamenti e partite rimanenti, ormai influenti (domenica prossima contro il Butterfly riserve e domenica 30 contro l’NCR Lazio orami fuori dalla zona promozione), permetterà di acquisire una maggiore preparazione atletica (oggi veramente scarsa) e tecnica nell’hockey outdoor.