26 Febbraio 2008 – HOCKEY PISTOIA ETRUSCA – HC SAMPIERDARENA 0-4 (0-1)

E’ sempre difficile, quando non si hanno a disposizione impianti adeguati, passare dalla stagione indoor alle prime partite su prato e Pistoia ha risentito in pieno del cambio di attivitÓ. La squadra Pistoiese si presenta sul campo “amico” di Pisa con ben tredici atlete, cosa insolita in queste ultime stagioni prato, grazie al grande lavoro effettuato dal Presidente del sodalizio, Riccardo Fedi,che Ŕ riuscito a reperire nuove ed importanti giocatrici nell’ambito dell’ hockey scolastico. Nel primo tempo il gioco si svolge prevalentemente a metÓ campo e all’ interno della ventidue Pistoiese dove Jaichenco, Mucci, Mori e compagne riescono a contenere i rapidi attacchi del Sampierdarena riproponendo sempre azioni offensive che si infrangono sul muro difensivo delle atlete genovesi che vantano una maggior esperienza rispetto alle ragazze allenate da Tarres. Il tecnico Pistoiese prova varie soluzioni di gioco, d’altra parte la Coppia Italia serve anche a questo, ma, verso la fine del primo tempo deve fare a meno di Beatrice, una pedina importante nel gioco pistoiese, che per motivi legati alla recente influenza ha problemi respiratori. Quasi allo scadere della prima frazione di gioco Sampierdarena un passaggio smarcante sulla parte destra della porta difesa da Picchiotti libera l’attaccante avversario che anticipa il portiere in uscita e segna.
Nel secondo tempo, la voglia di rimonta delle ragazze pistoiesi porta ad affrontare la partita con la squadra sbilanciata in attacco prestando per˛ il fianco ai rapidi contropiedi impostati dalla squadra avversaria. Le ulteriori tre reti della squadra di Sampierdarena sono arrivati su azione di contropiede dove, complice anche il calo della condizione atletica delle ragazze pistoiese che iniziavano a faticare a rientrare in difesa e commettevano errori difensivi che permettono alle atlete avversarie di trovarsi sempre da sole davanti alla porta pistoiese. La vittoria del HC Sampierdarena, sicuramente meritata,lascia l’amaro in bocca alle atlete pistoiesi sia per il pesante passivo, che non rispecchia il reale andamento della partita, sia per il problema respiratorio di Beatrice ed i numerosi infortuni di Jaichenco (ha dovuto abbandonare il suo ruolo di difensore per passare in attacco quando la partita era incanalata sullo 0 – 2) che hanno sicuramente limitato le manovre di gioco della squadra. In positivo c’Ŕ da rilevare, come giÓ detto in precedenza, l’essere riusciti a mettere a referto tredici atlete, tutte (o quasi) molto giovani con il debutto assoluto di Anselmi e Chiappe che per la prima volta anno giocato in campo grande in una squadra composta da 11 giocatrici. Indubbiamente il tecnico Crristian Tarres dovrÓ lavorare molto ma la SocietÓ gli ha fornito un eccellente “materiale”. La nota negativa va ricercata sicuramente nei quattro corti a favore della squadra Pistoiese non finalizzati. Le atlete Pistoiese che hanno partecipato alla partita (in rigoroso ordine alfabetico) sono: Anselmi, Bartoletti, Beatrice, Bellari, Chiappe, Cullahj, Gelli, Jaichenco, Mucci, Mori, Pacheco, Picchiotti; Ricci.