Giornata negativa delle atlete pistoiesi che si complicano la vita e forse il proseguo del campionato sul campo amico di via Napoli contro una non irresistibile compagine Bolognese. Pistoia si presenta a Pisa poco concentrata e con la ormai cronica carenza di organico mentre l’HT Bologna è al completo con ben tre riserve in panchina pronte a dare il respiro alle atlete in campo. Come prevedibile la superiorità numerica delle atlete bolognesi porta ad un assalto alla porta Arancione che, nonostante tutto, tiene fino al ventesimo del primo tempo quando, su azione, l’HT Bologna passa in vantaggio. La reazione pistoiese porta tutta la squadra in attacco lasciando sguarnito i reparto difensivo ed è così che Bologna, allo scadere del primo tempo, su azione di contropiede riesce a raddoppiare. Solo il tempo di battere la rimessa dal centro che gli arbitri mandano tutti negli spogliatoi. Nell’ intervallo Tarres cerca di spronare le sue atlete e di rimediare a gli svarioni o leggerezze che hanno portato al vantaggio bolognese. Pistoia sposta il baricentro della squadra nella metà campo avversaria esponendosi però alle veloci ripartenze delle atlete bolognesi che però vengono neutralizzate dalla difesa arancione. Circa al decimo del secondo Tempo Pistoia riesce ad accorciare le distanze con Pamela Bellari. A questo punto Pistoia che ha ritrovato concentrazione prova ad agguantare il pareggio ma la stanchezza ed i continui infortuni di gioco limitano le azioni arancioni. Si smette di giocare di squadra cercando azioni individuali che portano solo ad un dispendio di energie fisiche e mentali che, a volte non permettono, di rientrare prontamente sulle azioni di contropiede avversario ed è cosi che l’HT Bologna riesce a segnare per altre due volte. La partita si chiude con un passivo di quattro reti ad una per la compagine Pistoiese e anche se il risultato non rispecchia gli effettivi valori visti sul campo (due reti bolognesi possono essere imputate ad una tardiva uscita del portiere arancione) possiamo ritenere, a causa anche delle sconfitta subita prima della pausa invernale, compromesso il passaggio al turno successivo.