Serie B maschile – Girone di promozione, 6^ giornata: Cus Pisa – Hc Pistoia 3-1 (1-1)

Cus Pisa: n.p.

Hc Pistoia: Turacchi (pk), Braccini, Arcangeli, Agostini, Fedi, Tarres, Beneforti (k), Triunfo, Bartolini, Vivarelli, Meoni, Bambini, Maffucci, Loreti. All. Riccardo Fedi. Dirigente Alessandro Gori

Arbitri: Ferlito, Mazzolo

Marcatori
Cus Pisa pt, azione
Fedi (PT) pt, corner corto
Cus Pisa st, azione
Cus Pisa st, azione

Cartellini
Verde: Tarres (PT)
Rosso: Beneforti (PT)

Corner corti
Cus Pisa 1(0), Hc Pistoia 3(1)

Con la sconfitta di domenica la squadra maschile del Hockey Club Pistoia restano oramai poche speranze di accedere ai play-off per la promozione in Serie A2, con molta probabilità sarà proprio la squadra pisana del Cus, vincitrice nel derby per 3 reti ad 1, il terzo ed ultimo posto per accedervi, ma la squadra arancione, farà di tutto per tentare una difficile rimonta. Un vero peccato, perché l’inizio di partita è stato ben augurante per il Pistoia che come nella precedente sfida di campionato con la prima in classifica (il Campagnano di Roma), gioca bene andando più volte sotto porta e contenendo bene le azioni dell’avversario. Passano neanche due minuti è Meoni che ha la possibilità di battere in rete con una facile deviazione sotto porta, ma è bravo il portiere di casa a respingere. Il Pisa di canto suo non fa molto, l’assenza del loro giocatore chiave si fa molto sentire (il Pistoia non è da meno, assenti Iacomelli, Maffei e 2 squalificati), cercando di sorprendere gli ospiti di rimessa, ma è bravo Fedi (anch’oggi sceso in campo con il ginocchio k.o.) e Turacchi a limitare i tiri avversari. Le possibilità di portarsi in vantaggio ci sarebbero, ma l’attacco del Pistoia (non pervenuto o quasi in tutto il campionato) anch’oggi non è presente nei momenti chiave per la deviazione del 1 a 0. Se un Pistoia malato non riesce a trovare una rete su azione, è invece la squadra ospite a trovarla facilmente approfittando di un errore nel battere una rimessa per concludere in rete del momentaneo vantaggio. Momentaneo perché il Pistoia pochi minuti dopo, riporta in parità il punteggio segnando su corner corto con Fedi, bravo a battere in rete un invitante passaggio di Triunfo. Con una giornata calda e i pochi cambi a disposizione, il secondo tempo riparte con un Pistoia in evidente calo fisico, lasciando ampi spazi all’avversario ed annullando le poche buone cose fatte nel primo tempo. Un Pisa molto più tonico prende fiducia e in più occasioni si porta sotto la rete pistoiese. La superiorità si concretizza a metà tempo quando il centrocampo pistoiese non è attento ad un cross che innesca l’attaccante pisano pronto per deviare in rete la palla del vantaggio. Il gioco si fa confuso e sporadico per l’Hockey Club Pistoia, che si riversa in più di un’occasione nell’area avversaria ma non riesce a trovare il tap-in vincente (bravo in più di’occasione a salvare il risultato il portiere pisano) ed è proprio in una occasione di queste che non viene ravvisato una evidente bastonata su Triunfo, innescando il contropiede che porta sul definitivo 3 a 1 per la squadra pisana. La partita è stata ben giocata da entrambe le parti, la differenza si è vista soprattutto nel reparto avanzato, dove il Cus Pisa a sicuramente uomini di maggior peso, Pistoia ci ha creduto fino in fondo ed ha dato il massimo. Ora al Pistoia si presenta ad un doppio turno delicato, vista anche le assenze; sabato contro il Tevere dove i nostri dovranno ad ogni costo prendere tre punti e domenica contro il San Vito in piena lotta per la promozione diretta.