Finisce la corsa della squadra pistoiese che nel secondo raggruppamento tenutosi Domenica a Montecatini, conquistando solamente quattro dei nove punti disponibili, si vede precluso il passaggio alle fasi finali successive. A dire il vero gli arancioni si vedono fuori dai giochi praticamente sin dalla prima partita disputata contro i “cugini” pisani. Gli arancioni distratti e fuori partita subiscono il gioco mobile e veloce dei gialloblu: se alle iniziali due reti dei cussini, Pistoia riesce a rispondere con due corti di Fedi, può ben poco quando i pisani si portano sul 6 a 2. Risultato finale 9 a 5, e Pistoia che avrebbe bisogno a questo punto di un vero e proprio miracolo per la qualificazione. Le successive due partite, inutili ormai a fini di classifica sono un banco di prova per i pistoiesi: Pistoia ottiene una vittoria risicata con l’hc Mogliano per 4 a 5, e alla fine di una bellissima partita (bella quanto inutile) un pareggio con il cus Pisa A per 7 a 7. Non si può certo nascondere la delusione per una qualificazione mancata dopo anni in cui l’hc pistoiese si era sempre presentato pronto alle fasi finali di categoria. La squadra presenta comunque elementi molto giovani, e il margine di miglioramento è ancora molto. Finalmente poi, oggi si è sbloccato l’attacco pistoiese che oltre a Fedi, ha visto andare in gol Bartolini, Beneforti, Malvaso D, Salvi, Tarres (presente solo alla prima partita, per impegni con la femminile), Triunfo e Vivarelli. Tutte le attenzioni volgono ora alla stagione prato, dove l’hc Pistoia ha ambizioni da prima della classe nel suo girone.

Articolo di Matteo Bartolini.