Esordio negativo per i giovani hockeyisti pistoiesi contro il Cus Padova nel campionato under 21, gli arancioni tornano dalla trasferta con un pesante passivo per 8 a 1 e con la prova che c’è ancora molto da lavorare. Ci sono alcune attenuanti da invocare: quest’anno la dirigenza ha deciso di dare fiducia al gruppo degli under 17 che disputato un ottimo campionato lo scorso anno trasferendo in blocco gli atleti nella categoria superiore consci delle difficoltà che i ragazzi avrebbero affrontato in un campionato di “esperienza” , ma c’è un pegno da pagare ; ci sono state difficoltà nella preparazione in quanto si è potuto curare solo la parte fisica rispetto a quella tecnica in quanto la società non ha potuto disporre della palestra che sarà disponibile solo da questa settimana. “Sono un po’ dispiaciuta per l’andamento della gara” afferma il coach Mucci Caterina “la squadra è composta da giocatori molto giovani per la categoria e c’è divario fisico e tecnico tra noi ed i veneti. Dobbiamo migliorare la nostra capacità di rimanere concentrati e mettere in pratica quando provato in allenamento“ continua il coach Mucci ”se faremo progressi in questo atteggiamento potremo diventare una squadra ostica da superare; sono fiduciosa che i ragazzi faranno tesoro di quanto successo e si impegneranno per migliorarsi”. Domenica prossima esordiranno gli under 14 a Reggio Emilia nel doppio incontro con i padroni di casa ed il Cus Pisa; anche per questo gruppo si configura un campionato molto difficile ”il gruppo è stato appena costituito attingendo dal gruppo dei più piccoli del Minihockey” afferma il dirigente delle giovanili Natali “non basterà l’entusiasmo e la voglia di giocare dei ragazzi per colmare il gap con le altre società che sappiamo avere atleti in erba più smaliziati e ben preparati. Ma non c’è da pensare ai risultati immediati bensì a far crescere questo nuovo gruppo”.

Lascia una risposta