La formazione del Pistoia scesa in campo contro Reggio EmiliaPISTOIA. Prima vittoria per l’Hockey Club Pistoia, che davanti al pubblico amico del Frascari s’impone per 2-0 contro la più quotata Reggio Emilia nella seconda giornata del campionato di serie A2 di hockey su prato.
Gli arancioni hanno giocato un’ottima gara, riscattandosi al meglio dopo la sconfitta patita a Savona nella gara d’esordio. Filippo Treno, che doveva fare a meno di pedine importanti come Masi, Moncini e Cioni, tutti ai box per dei piccoli acciacchi muscolari, ha subito buttato nella mischia i due nuovi acquisti, gli argentini Tejera e Barreiros, che hanno dato un contributo importante nella conquista di questi tre punti fondamentali. La partita è stata molto combattuta: gli ospiti fin da subito l’hanno buttata sul piano fisico, Pistoia non si è fatta pregare e si è gettata con carattere nello scontro. Si è così sviluppato un match non bello sul piano tecnico, ma molto maschio e ruvido.
Il primo tempo si è chiuso a reti inviolate, mentre nella seconda frazione gli arancioni sono riusciti a piazzare un micidiale uno-due che ha steso gli ospiti. A aprire le danze ci ha pensato Giordano, appena cinque minuti dopo ha raddoppiato Vivarelli: emiliani colpiti e affondati, partita in ghiaccio e controllata tranquillamente, nonostante il rosso a Tejera, fino al triplice fischio.
Soddisfatto il mister, che ha commentato così la vittoria:«E’ stata una grande prova di carattere – spiega – nessuno ha tirato indietro la gamba. Di fronte avevamo una squadra sulla carta superiore – sottolinea – siamo stati bravi a limare il gap tecnico con grinta e cuore. Peccato per l’espulsione di Tejera, che salterà la prossima – conclude – ma se giochiamo con questo spirito sarà dura per tutti far punti contro Pistoia».PISTOIA. Prima vittoria per l’Hockey Club Pistoia, che davanti al pubblico amico del Frascari s’impone per 2-0 contro la più quotata Reggio Emilia nella seconda giornata del campionato di serie A2 di hockey su prato.
Gli arancioni hanno giocato un’ottima gara, riscattandosi al meglio dopo la sconfitta patita a Savona nella gara d’esordio. Filippo Treno, che doveva fare a meno di pedine importanti come Masi, Moncini e Cioni, tutti ai box per dei piccoli acciacchi muscolari, ha subito buttato nella mischia i due nuovi acquisti, gli argentini Tejera e Barreiros, che hanno dato un contributo importante nella conquista di questi tre punti fondamentali. La partita è stata molto combattuta: gli ospiti fin da subito l’hanno buttata sul piano fisico, Pistoia non si è fatta pregare e si è gettata con carattere nello scontro. Si è così sviluppato un match non bello sul piano tecnico, ma molto maschio e ruvido.
Il primo tempo si è chiuso a reti inviolate, mentre nella seconda frazione gli arancioni sono riusciti a piazzare un micidiale uno-due che ha steso gli ospiti. A aprire le danze ci ha pensato Giordano, appena cinque minuti dopo ha raddoppiato Vivarelli: emiliani colpiti e affondati, partita in ghiaccio e controllata tranquillamente, nonostante il rosso a Tejera, fino al triplice fischio.
Soddisfatto il mister, che ha commentato così la vittoria:«E’ stata una grande prova di carattere – spiega – nessuno ha tirato indietro la gamba. Di fronte avevamo una squadra sulla carta superiore – sottolinea – siamo stati bravi a limare il gap tecnico con grinta e cuore. Peccato per l’espulsione di Tejera, che salterà la prossima – conclude – ma se giochiamo con questo spirito sarà dura per tutti far punti contro Pistoia».

Fonte Il Tirreno

Lascia una risposta