Serie B maschile, 6^ giornata: Hc Pistoia – Butterfly Roma Hcc Ris. 5-2 (3-1)

Hc Pistoia: Maffei (pk), Braccini, Fedi, Arcangeli, Lecchini, Beneforti (k), Bartolini, Triunfo, Tarres, David Malvaso, Vivarelli, Turacchi (pk), Gherardi, Maffucci, Maltinti, Castaldi. Allenatore Riccardo Fedi. Dirigente Alessandro Gori.

Butterfly Roma Hcc Ris.: Grossi (pk), De Sanctis, Cipriani, Vallo, Della Chiesa, Galahena, Batacchi, Perrone, Hosny, Gamal, Staffieri. Allenatore Grossi Marco.

Arbitri: Mazzolo, Bianchini

Marcatori
Bartolini (PT) pt, azione
Vivarelli (PT) pt, azione
Gamal (RO) pt, corner corto
Bartolini (PT) pt, azione
Gamal (RO) pt, azione
Vivarelli (PT) st, azione
Castaldi (PT) st, azione

Corner corti
Hc Pistoia 5(0), Butterfly Roma Hcc Ris. 3(1)

Pisa, 1 Marzo. Ripresa del campionato prato e buona la prima per la squadra senior maschile pistoiese, che sul campo di casa (Pisa) s’impone per 5 a 2 contro la compagine romana del Butterfly riserve. In una partita non valevole ai fini della classifica, i laziali si presentano all’appuntamento con due uomini in meno e senza il portiere titolare, ma potendo vantare in formazione la presenza dei tre fortissimi egiziani, vera spina dorsale della squadra titolare che in serie A2 è lanciatissima per la promozione. Pistoia che può schierare praticamente l’intera formazione titolare, lamentando solo l’assenza di Salvi in difesa e le condizioni fisiche non perfette di Fedi per una contusione rimediata in allenamento. Partita che si avvia subito con toni sostenuti: già dopo pochi minuti Pistoia colleziona un corto e un’occasione pericolosa di poco fuori di Vivarelli. Al quinto minuto passa: sfruttando i grandi spazi sulla fascia destra, Triunfo, in coppia collaudata con Beneforti a centrocampo, entra in area fa partire un drive, prima ribattuta di Vivarelli, ancora una parata quindi Bartolini è lesto a ribadire dentro la ribattuta. È 1 a 0. Pistoia è padrona del campo (complice anche l’inferiorità numerica avversaria), sfruttando bene le fasce laterali con Bartolini e Tarres, mentre i romani si affidano alle veloci ripartenze dei due egiziani a centrocampo, che con la loro tecnica, e approfittando dell’ingenuità pistoiese di fronte alle nuove regole di gioco sulle palle ferme, si portano a spasso mezza squadra arancione per poi servire puntualmente l’uomo libero. Al decimo minuto, triangolo sulla fascia destra Malvaso – Tarres, quest’ultimo raccolta palla, affonda in area romana e serve un’ottima palla sul dischetto per Vivarelli che insacca, freddo, il 2 a 0. Pistoia molla leggermente e i romani riescono a guadagnare un po’ più di campo: Maffei nega due volte il gol al centrale egiziano romano, ma viene “bucato” su corto. Pochi minuti prima dello scadere del primo tempo, Pistoia, trova però tre occasioni clamorose: prima, grande azione sulla fascia sinistra con un fraseggio di prima Maffucci – Bartolini che non riesce a insaccare, quindi ancora Maffucci che da due passi alza la pallina sopra la traversa e finalmente a seguito di un’azione convulsa in area il secondo gol di giornata di Bartolini imbeccato da Vivarelli sottoporta. Primo tempo che si chiude sul 3 a 1 per gli arancioni. Ripresa che vede dei cambi importanti in difesa: Fedi, come detto non in condizioni perfette lascia il campo. Malvaso si sposta dall’attacco alla difesa sull’esterno destro, Lecchini prende il posto di libero di Fedi, aiutato nei raddoppi sugli egiziani da Braccini centrale difensivo. Sulla sinistra confermato Arcangeli, mentre Turacchi prende il posto di Maffei in porta. Secondo tempo che segue la falsariga del primo: Pistoia ha in mano il pallino del gioco e muovendosi d’inerzia, con cambi di gioco, schiaccia i romani nella loro metà campo. Gli arancioni vanno però completamente in panne, pagando forse eccessiva leggerezza, quando uno dei due egiziani prende palla a centrocampo: è così che nasce il gol del 3 a 2 per i laziali, gran discesa dell’alto centrale africano che insacca Turacchi con un drive secco di rovescio. Pistoia colleziona altri due corti, non riuscendo a pungere. Vivarelli impegna il portiere laziale con un drive sul primo palo, quindi imbeccato dalla fascia sinistra, trova una deviazione sottoporta per il 4 a 2 arancione. Partita ormai verso le battute finali, vede però ancora Pistoia costruire (e sprecare) delle chiare occasioni da rete, prima della marcatura finale di Castaldi, che subentrato a centrocampo per dare fiato agli esterni, si fa trovare vigile sul dischetto per il tapin vincente fissando il risultato finale sul 5 a 2.

Buona prestazione per gli arancioni: la partita si è rivelata utile per riprendere tatto con il campo in sintetico dopo la stagione indoor in palestra. Gli arancioni hanno però trovato qualche difficoltà di troppo di fronte alla nuova regola sulle rimesse in gioco “in movimento” da punizioni e rimesse laterali, è normale, c’è tempo per migliorare già da domenica prossima, nella trasferta a Roma contro il San Saba Graffiti. Ben altra storia sarà probabilmente contro l’Hc Tevere tra due Domeniche, avversario diretto per la corsa al primo posto nel girone. Allora sarà richiesta massima concentrazione e un pizzico di cattiveria in più.

Articolo di Bartolini Matteo.