E’ andata come da pronostico, il Cus Pisa vince con merito la gara anche se gli arancioni escono a testa alta dal campo; la formazione che ha giocato ha fatto il proprio dovere, ma la mancanza di due importanti giocatori come il forte difensore Ducceschi ed il capocannoniere Capecchi hanno certamente pesato nella economia dell’incontro. I tecnici del team pistoiese sono stati costretti a schierare, di fatto, una Under 14 rinforzata dagli esperti Menichini e Moncini e dall’esordiente Nogara; per il resto si tratta di ragazzi dodicenni che, seppur di buona tecnica, ancora non possono competere con gli atleti pisani. Infatti la prima rete dei giallo-blu è di esperienza su una incertezza della difesa ospite, la quale si difende con ordine dai pressanti attacchi del Cus Pisa che crea spesso mischie in area del Pistoia; da una di queste nasce la seconda, contestata, segnatura dei padroni di casa: una palla filtra in area e viene assegnato il tocco a rete per i pisani mentre i difensori arancioni protestano veementemente negando; ma l’arbitro convalida. Poi un incidente di gioco priva l’Hockey Club Pistoia del pilastro di difesa Tolve, colpito da una palla tagliata che l’arbitro avrebbe fatto bene a sanzionare, e quindi esordisce l’ennesimo Under 14, Messeri mentre la panchina arancione rimescola le carte per gestire l’emergenza. Il primo tempo si chiude senza ulteriori cambiamenti. Nonostante una formazione quasi esclusivamente difensiva l’Hockey Club Pistoia inizia la ripresa cercando di mettere in difficoltà il Cus Pisa, l’incontro in questa fase è in equilibrio e ci rimane per buona parte fino a quando il Cus passa ancora su corner corto, ma l’ultima parte della gare sono gli arancioni a cercare almeno la rete della bandiera ma i difensori giallo-blu riescono ad arginare gli attacchi degli ospiti e concludere vittoriosamente la partita. Certo il punteggio non da’ adito a scuse, ma il gruppo base dell’Hockey Club Pistoia è molto giovane e composto, in qualche caso, anche da ragazzi arrivati da poco all’hockey e che si servono di queste esperienze per maturare, quindi complimenti a tutti in attesa dell’ennesimo impegnativo incontro: arriva il Potenza Picena. Formazione: Michelozzi, Nogara, Piccolo, Natali, Tolve (Messeri), Moncini, Menichini, Cioni, Trinci, Vaiani.

Articolo di Roberto Natali.