Assomiglia ad una mezza maledizione: nei due incontri disputati con le squadre di Pisa i giovani arancioni, pur disputando buoni incontri, sono costretti a rincorrere gli avversari e quando sembra che nonostante tutto si possa far conto su un risultato positivo arriva prima del fischio finale il gol beffa che sciupa tutto. È un vero peccato perché l’incontro è stato molto equilibrato con costanti rovesciamenti di fronte e con occasioni da ambo le parti. I primi a passare in vantaggio sono i padroni di casa che prendono di infilata al difesa ospite e segnano saltando il portiere in uscita. I piccoli arancioni, pero’ non demordono e continuano a costruire azioni anche se non riescono ad allargare il gioco favorendo la difesa pisana. Finalmente pero’ la pressione dei pistoiesi da’ i suoi frutti è Cioni che segna raccogliendo una corta respinta del l’estremo gialloblù, la prima frazione si chiude quindi in parità. La giornata è calda e i ragazzi ne risentono un po’, talvolta mancano di lucidità, a volte basterebbe un niente per migliorare un passaggio o fare un tiro pericoloso; ma come detto l’incontro è equilibrato anche se è chiaro in entrambe le formazioni la volontà di vincere la partita. Ci si avvia nella parte finale quando si accendono alcune fiammate di gioco: il Cus Pisa manca di un niente il vantaggio mettendo a lato una palla da brivido e dopo poco per ben due volte un attaccante arancione si presenta solo in area ma, per fretta,manca il bersaglio. Si arriva nell’ultimo minuto: sull’ennesima ripartenza i pisani trovano un varco nella difesa pistoiese e segnano la rete della vittoria gettando nello sconforto gli atleti arancioni che in verità si sarebbero meritati almeno un punto. Bisogna però pensare avanti, finalmente domenica gare casalinghe nell’impianto del Legno Rosso a Capostrada, due incontri; il primo con l’abbordabile Cus Genova, il secondo difficilissimo contro la corazzata Hc Savona padrone assoluto del girone, si inizia alle ore 14.30.

Articolo di Roberto Natali.