Buona gara della under 21 che ha Padova impone il pareggio alla più favorita Cus Padova A. I patavini sono una delle società più gloriose dell’hockey italiano, ben organizzata con un settore giovanile di ottima qualità che spesso fornisce atleti ai settori nazionali, quindi far punti a Padova è senz’altro motivo di orgoglio per i ragazzi allenati da Mucci Caterina. Nella prima gara del campionato, sempre contro la formazione B del Cus, la squadra arancione era costituita in maggioranza da atleti under 17 che, pur giocando una gara coraggiosa, alla fine avevano dovuto cedere con un punteggio pesante; per questa partita si è potuto rinforzare il gruppo utilizzando anche i più esperti ragazzi che giocano nella formazione maggiore e persino il giovane argentino Barreiros. Questa iniezione di esperienza ha dato i suoi frutti: nella prima parte della gara i pistoiesi hanno tenuto bene, gestendo gli attacchi dei veneti e ripartendo in velocità. Gli arancioni avevano in mano la gara e Barreiros con una azione personale concretizzava il buon momento della squadra. Nella ripresa i toscani ripartivano meno grintosi ed il Cus Padova si faceva sotto in cerca del pareggio; qualche errore di troppo da parte arbitrale metteva sotto pressione la difesa dell’Hc Pistoia che comunque resisteva. Purtroppo arrivava il pareggio dei veneti grazie ad un rigore concesso generosamente ai padroni di casa; i giovani arancioni non si scoraggiavano e riprendevano a fare il proprio gioco provando a vincere la gara, ci andavano vicinissimi ad un paio di minuti dalla fine quando ancora Barreiros si vedeva respingere sulla linea, a portiere battuto, il tiro che avrebbe permesso all’Hc Pistoia di conquistare una vittoria, inaspettata forse, ma senz’altro meritata. Niente da fare invece per gli under 14: Bondeno e Cus Pisa sono attualmente di un altro pianeta rispetto ai giovanissimi arancioni che vanno avanti nel loro campionato “di esperienza”; il gruppo è composto da atleti  di età al limite più basso che quindi faticano a tenere il passo di atleti  fisicamente e tecnicamente più avanti. Nessun dramma, si continua a lavorare certi che dopo la pausa invernale questo gruppo saprà mostrare progressi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *