L’Hockey Club Pistoia gioca una strana partita in veneto complicandosi la vita nel campionato nazionale di Serie A2 di hockey, gioca, come sempre, all’attacco ma sbaglia troppo e pur disputando una partita vigorosa mettendo in difficoltà i padroni di casa non riesce a raggiungere un meritato pareggio. La gara è da cardiopalma, dopo una fase di studio i veneti ottengono un corner corto generosamente concesso dagli arbitri e segnano, gli arancioni non si scompongono e mettono pressione al San Giorgio creando palle gol che si concretizzano in un rigore per gli arancioni. Purtroppo Fedi non riesce a realizzare e questo mette in crisi la squadra che subisce in dieci minuti due reti. Ma a tirar su da questo inferno gli arancioni è ancora Fedi che al termine del primo tempo si fa perdonare realizzando la rete del 3 a 1. Nell’intervallo mister Treno striglia a dovere gli atleti e subito si vedono gli effetti: Barreiros riduce le distanze con un bel colpo di rovescio, ma la voglia di riprendersi il match da parte degli arancioni concede degli spazi ai veneti che colpiscono in contropiede portandosi sul 4 a 2; ci pensa però Vivarelli ancora su corto ad accorciare le distanze. La gara è veramente appassionante con continui capovolgimenti di fronte, al quarto d’ora ancora una svista arbitrale che concede ai padroni di casa un corner corto inesistente purtroppo realizzato dal San Giorgio per il 5-3. Gli arancioni si gettano avanti per recuperare, nell’assedio Vaiani sfrutta una palla recuperata appena fuori area e segna con un tiro che sorprende l’estremo patavino; i padroni di casa resistono poi alle folate degli arancioni che meriterebbero il pareggio per il cuore che hanno messo nella gara, ma non c’è più tempo, i tre punti vanno al S. Giorgio che supera in classifica Pistoia.
Qualche timido sorriso arriva invece dalla prestazione degli under 12, nel concentramento di campionato svoltosi a Bologna i piccoli arancioni si sono presentati con gli atleti contati, l’esordio contro il Cus Pisa è stato durissimo, i pistoiesi costretti a giocare per buona parte della gara in inferiorità numerica per un lieve infortunio ad un giocatore hanno dovuto soccombere pesantemente contro i pisani, peraltro già esperti di questa competizione. Sconfitti anche dal HT Bologna ma la squadra ha retto meglio il confronto, i piccoli sono riusciti ad applicare con più continuità gli insegnamenti dell’instancabile coach Mucci Caterina . Finalmente notizie positive nella gara conclusiva contro Brescia, i giovanissimi arancioni hanno tenuto botta ai lombardi pareggiando l’incontro; una piccola iniezione di fiducia per i prossimi incontri a primavera, adesso pausa invernale con l’indoor.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *