Nel turno casalingo nell’impianto di Legno Rosso, la formazione Under 14 maschile dell’Hockey Club Pistoia non conosce mezze misure: un incontro vinto contro il Cus Genova ed una pesante sconfitta contro il capolista Hockey Club Savona. Il pomeriggio è molto caldo e nel primo incontro i ritmi sono blandi ma gli arancioni non hanno la solita brillantezza; il Cus Genova si difende con ordine mentre l’Hockey Club Pistoia fatica a costruire le trame di gioco ed anche se va spesso a tiro, il portierino ligure riesce sempre con buoni interventi a sventare i pericoli. E’ anczi il Cus Genova a colpire in contropiede e a metà tempo passa addirittura in vantaggio. I padroni di casa non sembrano reagire continuando a spingere ma a perdersi al limite dell’area di tiro o talvolta effettuando tiri pericolosi fuori di poco o respinti dal portiere. Nell’intervallo le allenatrici Bellari e Mucci strigliano i ragazzi effettuando alcuni cambi tattici: il rientro in campo è completamente diverso dal primo tempo, i centrocampisti aggrediscono subito i portatori di palla del Genova e la conquistano permettendo a Tolve di battere a rete segnando il pareggio meritato. L’andamento della gara è costante: gli attacchi degli arancioni sono più lucidi e costringono ad un super lavoro l’estremo ligure ma è ancora Tolve a penetrare in area e a portare in vantaggio il Pistoia che adesso domina l’incontro senza pericoli. C’è tempo per un’atra rete dei toscani con Cioni che realizza su tiro di corner corto. I tre punti sono sudatissimi sia per la temperatura della giornata sia per l’andamento della gara: il Cus Genova si è difeso ordinatamente ed ha evidenziato un portiere in ottima giornata, i pistoiesi sono partiti molto sottotono e poi si sono ripresi dovendo spremersi molto per raggiungere la vittoria. La seconda partita contro l’Hc Savona è di tutt’altro spessore: il gruppo savonese è esperto e di ottima tecnica e non a caso è in testa con una sola rete al passivo. Purtroppo l’inizio di incontro dimostra che le fatiche della precedente gara non sono smaltite: i liguri mettono subito alla frusta i gli arancioni che non riescono ad uscire dalla propria metà campo e sono costretti a ripiegare per aiutare la difesa sempre in difficoltà . Il Savona passa al primo corner corto complice un rimbalzo maligno della pallina che inganna Michelozzi; questa rete ha un brutto effetto sui pistoiesi che passano letteralmente un brutto quarto d’ora: il Savona fa quel che vuole e passa più volte senza che i padroni di casa riescano a trovare il bandolo della matassa. Solo nella fase finale del primo tempo la situazione si assesta e gli arancioni riescono a farsi più volte pericolosi: in un paio di occasioni i vantaggi non concessi avrebbero portato a reti sicure poiché il portiere savonese non era più in grado di intervenire. La ripresa riprende con gli under pistoiesi più tonici, complice anche una temperatura più fresca, l’incontro è più equilibrato anche se Pistoia si sbilancia per cercare di diminuire il passivo ma il Savona passa ancora su una bella rete di “rapina”; subito dopo l’episodio che ha lenito un po’ la sconfitta: un bella azione di Giordano che, presa palla a centrocampo ha saltato un paio di difensori ed entrato in area ha “sparato” in porta segnando la rete della bandiera. La sconfitta è pesante, sulla prestazione ha inciso in parte la fatica del primo incontro e una mancanza di concentrazione nell’affrontare un avversario di questa caratura, ci sono stati alcuni errori che non avrebbero probabilmente evitato la sconfitta, ma avrebbero reso molto meno agevole all’Hc Savona la vittoria; comunque ci sono ancora diversi incontri da disputare e c’è la possibilità di terminare il campionato in buona posizione.

Articolo di Roberto Natali