Il grido per la vittoria a fine partita scioglie la tensione accumulata nei giorni precedenti alla gara nella quale la conquista dei tre punti era determinante per ripartire e cercare di lasciare l’ultimo posto in campionato. Come detto da Mister Treno la partita con Savona era un incontro da “dentro o fuori”, la sconfitta avrebbe creato un solco probabilmente difficile, nel proseguo, da colmare con Reggio Emilia e SS Lazio e lo stesso Savona che la precedevano. il lavoro svolto dagli arancioni ha dato i suoi frutti, la motivazione e la concentrazione hanno permesso ai pistoiesi, sin da subito di prendere le redini della partita. Dopo una iniziale fase di studio, con un paio di attacchi liguri ben sventati dall’attento portiere Musto, i padroni di casa hanno iniziato a prendere possesso del centrocampo con un marcamento asfissiante sui portatori di palla dei savonesi e un inizio di pressing sulla loro zona di difesa . Dopo alcune occasioni Pistoia passa in vantaggio: su azione susseguente ad un corner corto Bodnar smarca Fedi che insacca la rete del vantaggio. Spinti dall’entusiasmo gli arancioni continuano a spingere , gli ospiti sono in difficoltà; viene annullata una rete a Vivarelli che a molti era parsa buona e si va al riposo con buone sensazioni. Nella ripresa il leit motiv non cambia :Pistoia vuole la vittoria e Savona, almeno in questa gara, non sembra in grado di opporsi; gli arancioni spingono ancora per segnare la rete della tranquillità ed è ancora l’esperto Bodnar (ottima prova la sua) che ricevuta una palla in area, di forza si avvicina alla porta e realizza sorprendendo l’estremo ligure con un tiro a mezza altezza. Da lì in poi la gara è in discesa e solo negli ultimi due minuti gli arancioni si rilassano permettendo a Savona di segnare il gol della bandiera. Grande soddisfazione a fine gara: tre punti contro una diretta rivale, una ottima prova del ceco Bodnar prezioso per Pistoia perché è entrato nelle due azioni a rete ed infine, per concludere il positivo pomeriggio, le notizie delle contemporanee sconfitte di Reggio e SS Lazio che permettono agli arancioni di lasciare la scomoda posizione di fanalino di coda e trovarsi nella parte medio bassa della classifica. Anche se visibilmente contento il Presidente Gori predica calma ” Abbiamo fatto un piccolo passo ma ci aspettano ancora prove molto impegnative: in trasferta a Reggio e Roma non possiamo permetterci distrazioni di nessun genere; ricordiamoci che se adesso le nostre concorrenti si scontrano con le squadre più forti poi sarà il nostro turno e quindi l guadagnare punti sarà davvero un impresa. Comunque oggi sono confortato oltre che dal risultato da come si è mossa la squadra, continuando a lavorare così possiamo far bene.

Hc Pistoia: Musto, Fedi, Arcangeli, Cioni, Menichini, Moncini, Natali, Vaiani, Vivarelli, Giordano, Mascia, Masi, Bodnar, Michelozzi, Beneforti. Allenatore Treno.

Risultati Serie A2 di hockey su prato: HC Pistoia – HC Savona 2-1, CUS Pisa – SS Lazio 3-1, Butterfly Roma – Reggio Emilia 6-1, Pol. San Giorgio Padova – Pol. Juvenilia Uras 2-3.

Classifica: Pol. Juvenilia Uras 20, Butterfly Roma e CUS Pisa 14, Pol. San Giorgio Padova 10, HC Pistoia 9, SS Lazio, Reggio Emilia e HC Savona 7.

Lascia una risposta