Sabato prossimo l’Hockey Club Pistoia gioca al Frascari una gara fondamentale in chiave salvezza: a due gare alla fine della stagione regolare la situazione nella parte bassa della classifica è ancora da decidere con quattro squadre in ballo: Savona e Pistoia a 9 punti, Reggio Emilia a 10 punti, Lazio in posizione migliore a 12 punti, una vittoria od una sconfitta in queste partite può significare molto. Gli arancioni ne sono ben coscienti ed in queste due settimane di sosta del campionato si sono allenati con serietà e concentrazione, l’infermeria si è svuotata e fatta eccezione per il difensore Martinelli (ormai indisponibile per questa stagione), mister Treno avrà a disposizione tutti gli atleti per opporsi al San Giorgio di Padova in una partita che può essere ben definita una “ finale”. Potrebbe essere l’occasione per trarsi fuori da una posizione che Pistoia non merita, Afferma il presidente Gori “Certo c’è consapevolezza dell’importanza della gara e questo genera un po’ di tensione, ma vedo che il mister la sta utilizzando per caricare i ragazzi; speravo che non ci saremmo trovati in questa situazione: mi tornano alla mente i due punti “scippati” contro la Lazio all’andata per un clamoroso errore arbitrale, un paio di pali che avrebbero potuto cambiare il corso di alcuni incontri; purtroppo anche un paio di partite che potevano essere gestite con più furbizia”. La gara di andata con il San Giorgio è stata molto combattuta e divertente, gli arancioni furono sconfitti in un rocambolesco 5-4 ma con un po’ più di concentrazione avrebbero potuto portar via dei punti. I veneti sono una formazione molto difficile da superare, non si arrende mai e lo dimostrano i numerosi pareggi esterni conquistati dal San Giorgio, per cui Pistoia avrà bisogno di tutte le sue energie e non potrà risparmiarsi, troppo importante la posta; un aiuto senz’altro potrà venire dal caloroso supporto degli appassionati ed amici dell’hockey pistoiese.

Nella pausa del campionato maggiore si è concluso quello della under 20 “Abbiamo schierato una formazione con molti under 17” – afferma coach Mucci – “ed abbiamo pagato pegno pesantemente soprattutto con la capolista Bologna che ha costruito una formazione fortissima con degli innesti su un gruppo già valido, ma con le altre squadre abbiamo giocato allo stesso livello facendo progressi nelle varie gare quindi una stagione che considero positiva in vista futura”.

Lascia una risposta