Serie B, 2^ giornata

Hc Pistoia: Maffei (pk), Braccini, Gori, Agostini, Fedi, Bartolini, Tarres, Triunfo, Beneforti (k), Meoni, Iacomelli, Turacchi (pk), Salvi, Beatrice, Maffucci. All. David Malvaso. Dirigente Alessandro Gori

Chl San Vito: Gentili R. (pk), Gentili E., Denni, Ferrazzi, Ronzani, Tolomei (k), De Marchi, De Paolis, Mastrantonio, Quaresima, Mohammed, Rossi, Van Lohuizen, Gentili M. All. Fabrizio De Marchi. Dirigente Francesco Cinti

Arbitri: Bianchini, Mazzolo

Marcatori
San Vito pt, corner corto
San Vito st, azione
San Vito st, azione
San Vito st, azione
San Vito st, corner corto
Meoni (PT) st, azione

Cartellini
Giallo: San Vito
Rosso: Triunfo (PT)

Corner corti
Hc Pistoia 5(0), Chl San Vito 4(2)

Amara 2^ giornata di campionato per il Pistoia che perde la prima partita della stagione nel campo amico pisano con la forte formazione romana del Chl San Vito, formazione che nelle ultime due stagione è stata protagonista dei play off per la promozione. Il punteggio finale è bugiardo, il 5 a 1 rimediato dai romani non rispecchia completamente la partita, ma è in parte frutto del nervosismo creato in campo dai giocatori pistoiesi a causa di decisioni arbitrali assai discutibili.

“Oggi la sconfitta era meritata, il San Vito è superiore atleticamente ma anche tatticamente grazie anche ai suoi buoni stranieri. Peccato perché abbiamo retto molto bene tutto il primo tempo lo svantaggio iniziale (0-1 su corner corto, ndr) e parte del secondo tempo andando molte volte sotto porta e con corner corti malamente sfruttati, ma purtroppo oggi la fortuna non è stata dalla nostra parte. Comunque dispiace soprattutto per il punteggio finale che poteva assai essere più basso, ma dopo l’espulsione definitiva di Triunfo e il corner corto non dato a nostro favore, non abbiamo più retto mentalmente nei confronti degli arbitri. E questo è un grave errore.”. Questa è l’analisi del capitano Beneforti a fine partita. Ma ora una breve cronaca della partita.

Pistoia scende in campo conscia della superiorità del San Vito, frutto di due stagioni positive con la mancata promozione in A2 per un “niente”, ma l’avvio con grande stupore è prevalentemente arancione con Meoni che al 2′ minuto di gioco manca la deviazione decisiva sotto porta. Passano pochi istanti e ancora Pistoia è a cercare la rete con due corner corti battuti malamente. Purtroppo è il San Vito che al primo affondo passa in vantaggio su corner corto con una deviazione sotto porta. Il seguito del primo tempo è caratterizzato da molte azioni da entrambe le parti, con un buon Pistoia che arriva in area avversaria più volte, ottenendo diversi corner corti (a fine partita saranno 5) e contiene le ottime giocate dei romani che grazie alla superiorità al centrocampo arrivano più volte al tiro. Il secondo tempo riparte con i pistoiesi in affanno atleticamente da un San Vito più rapido ottenendo il raddoppio grazie ad una conclusione sotto porta. Dopodiché un corner corto a proprio favore non assegnato ed un successivo corner corto subito (l’arbitro assegna una deviazione di piede romana a Salvi) con rete dei romani, ha accesso le ira degli arbitri che puniscono le eccessive proteste dei pistoiesi prima con Triunfo e poi con Malvaso che viene allontanato dalla panchina. La partita prosegue con gli arancioni mentalmente fuori dagli schemi, ed un San Vito che sfrutta ottimamente la situazione creata in campo portandosi sul definitivo 5 a 0. La rete della “bandiera” è siglata da Meoni su azione.

Chiuso questo brutto capitolo, ora le attenzioni si spostano per la partita di domenica prossima a Roma contro la formazione riserve del Butterfly.