La formazione Under 20 al concentramento di Montecatini TermeNon basta il cuore agli under 20 dell’Hockey Club Pistoia nel concentramento di qualificazione alla fase finale del campionato indoor di categoria; una prova di carattere contro la corazzata Cus Pisa e poi partite giocate un po’ a sprazzi e talvolta poco lucide nonostante il tanto impegno profuso.
Nella prima gara della giornata contro il capolista Cus Pisa i giovani arancioni hanno offerto la migliore prestazione, la partita e’ stata per molto tempo in equilibrio con Pistoia più manovriero e Pisa attento a non scoprirsi e ripartire in contropiede. I pisani sono più esperti e sfruttano questa qualità colpendo alla minima disattenzione ,ma i pistoiesi mettono spesso in difficoltà i più quotati avversari e riescono a rimettere in pari l’incontro con Vaiani al termine di una bella azione di gioco. L’incontro anche nella seconda parte è avvincente e Pistoia meriterebbe qualcosa in più ma e’ ancora Pisa a passare in vantaggio; Pistoia reagisce ed ancora Vaiani agguanta il pareggio con una percussione in area gialloblù, ma non ci si può distrarre con Pisa che si riporta avanti subito. Il finale è tutto di marca arancione e i ragazzi di Mucci avrebbero la possibilità di pareggiare con un rigore all’ultimo minuto purtroppo Menichini non colpisce bene la pallina permettendo al portiere pisano di salvare il risultato. Finale 3 a 2 per Pisa.
La seconda gara giocata contro il Reggio Emilia ha visto gli arancioni apatici per buona parte della prima frazione tanto che gli emiliani sono passati in vantaggio e solo nel finale di tempo Menichini segna il pari. Nel secondo tempo gli arancioni si fanno più intraprendenti ma sprecano molto, ci vuole una iniziativa di Pellicani per riportare avanti Pistoia , che però soffre il gioco degli emiliani correndo qualche pericolo sventato da Michelozzi. Nel finale Natali mette al sicuro il risultato con il definitivo 3 a 1 per l’Hc.
Gara di chiusura del concentramento contro Potenza Picena, buona squadra equilibrata in campo e con un ottimo portiere che ha parato quasi di tutto ,smorzando le velleità degli arancioni poco concreti in avanti al contrario dei marchigiani che non sprecano una palla e dimostrano di avere in mano l’incontro. Pistoia si getta all’attacco ma e’ spesso imprecisa nell’ultimo passaggio e questo vanifica gli sforzi fatti per costruire le azioni di attacco. Potenza Picena è sempre avanti e due lampi di Vaiani e Natali mitigano il punteggio che si chiude sul 4 a 2 per i marchigiani.
“Dovevamo essere più lucidi” – afferma il Tecnico Caterina Mucci – “in questo modo avremmo sicuramente ottenuto di più; va considerato, però, che l’età media della miei ragazzi e’ molto bassa ed abbiamo pagato dazio alle squadre composte da atleti più esperti. Comunque abbiamo ampi margini di miglioramento ed in futuro potremo raccogliere i frutti del nostro lavoro”.

Lascia una risposta