La formazione Under 16“Come sciupare una bella gara” questo sarebbe il titolo del diploma da consegnare alla coppia arbitrale che a Reggio Emilia ha diretto l’incontro tra gli under 16 locali e gli arancioni. La formazione messa in campo dai pistoiesi presenta un paio defezioni tra i titolari ma la società arancione pesca ancora dal suo vivaio facendo esordire, ancora, un altro under 14 riuscendo ad onorare l’impegno seppur a ranghi strettissimi; i ragazzi rispondono subito alle raccomandazioni dei tecnici entrano in partita senza timore dei padroni di casa; ma già alcune decisioni arbitrali mettono in agitazione la panchina arancione, si fischia troppo a senso unico e non sempre con fondamento tecnico. Si arriva, quindi, alla prima perla arbitrale al quarto d’ora quando viene concesso con estrema generosità un rigore che il Reggio Emilia realizza, la panchina arancione riesce a riportare la calma tra i propri giocatori che iniziano a prendere coraggio e a spostare il baricentro della squadra in avanti riuscendo a riequilibrare l’incontro grazie a Bartolozzi che realizza sugli sviluppi di un corner corto. Dopo il pareggio dell’Hockey Club Pistoia la gara continua su un sostanziale equilibrio: gli emiliani pungono in avanti ma la difesa arancione controlla gli attacchi reggiani e si va al riposo in parità. Nell’intervallo i tecnici esortano i ragazzi alla calma ed a continuare a giocare con concentrazione ed a non farsi innervosire dalle decisioni arbitrali poco lucide e spesso contrarie al fatto avvenuto a detta non solo dei pistoiesi ma anche della panchina emiliana. La gara si riapre con il Reggio all’assalto ed i pistoiesi in affanno ed infatti gli emiliani guadagnano un secondo rigore (forse l’unica giusta decisione della coppia arbitrale) ma sale in cattedra il portiere Biagini che nega il raddoppio e si erge a bastione difensivo con pregevolissimi interventi. La pressione dei padroni di casa e’ costante ed amplificata da concessioni di falli a favore che iniziano ad innervosire la gara. Nonostante anche delle espulsioni temporanee di atleti arancioni, la squadra tiene , vengono fatte alcune correzioni tattiche che consentono all’Hc Pistoia di avanzare e iniziare a contrattaccare. E’ difficile oggi giocare, l’arbitraggio scadente rende i ragazzi nervosi; le due panchine in accordo,cercano di raffreddare gli animi ma si giunge al momento clou dello show arbitrale quando nella fase finale della gara durante l’esecuzione di corner corto uno dei fischietti si inventa una diversa disposizione (difforme dal regolamento) della difesa arancione contribuendo, in qualche modo, alla realizzazione del vantaggio emiliano. Grandi proteste della panchina e degli atleti pistoiesi che hanno il solo risultato di ottenere il rosso per il libero arancione Pellicani, mentre i dirigenti emiliani si guardano imbarazzati; ciò nonostante Pistoia continua a giocare e portare a termine con dignità questa gara. Di questa giornata “storta” c’e’ la nota positiva di un assoluto fair play tra le società e tra gli atleti in campo,a significare che probabilmente la gara, in altre condizioni, sarebbe stata molto più divertente e piacevole e la prova convincente di questo gruppo che ha dimostrato di aver iniziato un percorso di crescita interessante e che la società sosterrà sicuramente.

Formazione: Biagini Francesco, Biondi Andrea, Bartolozzi,Biondi Luigi, Pellicani, Brizzi, Treno, Citi,Niccoli, Biagini Gugliemo, De Stefano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *